20.8 C
Camerota
lunedì, Ottobre 3, 2022
spot_img

Turista 16enne aggredito e derubato al porto, la famiglia: “Agropoli insicura, andiamo via”

Turismo

Turista 16enne aggredito e derubato al porto, la famiglia: “Agropoli insicura, andiamo via”

“Alle ore 1.30 di notte, mentre mio figlio di 16 anni, in compagnia di un amico coetaneo, passeggia per il porto viene seguito e minacciato da tre ragazzi probabilmente coetanei. Mio figlio cerca di scappare, ma si aggiungono al gruppo almeno altri quattro giunti a bordo di motorini. Lo aggrediscono con i caschi, con calci e pugni e rubano a mio figlio anche la collanina d’oro che indossava. Non si tratta di litigio tra ragazzi ma di aggressione gratuita e violenta ad opera di ladri delinquenti. Il tutto avveniva davanti agli occhi della gente e nel tratto tra la prima sbarra del parcheggio e il chiosco Rosa dei Venti, dove ci sono il guardiano dei pontili, la vigilanza privata, la sede della Guardia Costiera, decine di telecamere ed era pieno di passanti e persone sedute sulle panchine.

Nessuno ha visto e nessuno è intervenuto. Abbiamo passato la mattina tra ospedale e carabinieri. Fortunatamente solo tanto spavento. Peccato dover salutare la bellissima Agropoli e dover continuare la nostra vacanza altrove. Gli agropolesi devono sapere cosa accade nella loro città”.

È questo lo sfogo – come riporta oggi il quotidiano “Le Cronache” consultabile online – di una turista in vacanza ad Agropoli con la famiglia. Parole dure, forti, che non lasciano spazio a dubbi.

Altri articoli

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Pubblicità -spot_img

Cronaca

Shares