21.3 C
Camerota
sabato, Giugno 22, 2024
spot_img

Sanremo 2023, Agcom: “Pubblicità occulta e Instagram, via a procedimento”

Turismo

Sanremo 2023, Agcom: “Pubblicità occulta e Instagram, via a procedimento”

Il Festival di Sanremo 2023 nel mirino dell’Agcom, con l’avvio di un procedimento sanzionatorio in relazione a pubblicità occulta e Instagram. Il social, nell’edizione del festival andata in scena a febbraio, è stato al centro di una serie di siparietti che hanno coinvolto in particolare Amadeus e Chiara Ferragni.

Un’istruttoria è stata aperta anche sul ‘caso Blanco’: il cantante, ospite all’Ariston, ha dato in escandescenze prendendo a calci i fiori sul palco. Nessuna istruttoria sanzionatoria verrà effettuata per il siparietto sexy tra Rosa Chemical e Fedez nella serata finale.

“Il Consiglio dell’Autorità – si legge in una nota di Agcom – ha esaminato oggi le presunte violazioni avvenute durante le trasmissioni ‘Prima Festival’, ’73mo festival della canzone italiana di Sanremo’ e ‘Sanremo start’ di Rai1, relative alla pubblicità occulta, all’utilizzo di Instagram, alle performance di Rosa Chemical, Fedez e Blanco”.

“Con riferimento alla pubblicità non segnalata, rilevata in 12 episodi, e sull’utilizzo di Instagram, il Consiglio, all’unanimità, ha ritenuto la questione non manifestamente infondata e ha dato mandato alla competente direzione di avviare un procedimento sanzionatorio”, sottolinea Agcom.

“Il Consiglio, a maggioranza (con voto favorevole del presidente Lasorella e dei commissari Giacomelli e Giomi e voto contrario dei Commissari Aria e Capitanio), ha ritenuto infondata la richiesta di apertura di una istruttoria sanzionatoria sull’episodio di Rosa Chemical e Fedez”, prosegue Agcom. “In merito alla performance di Blanco, (con voto a favore dei commissari Aria, Capitanio, Giacomelli e Giomi; astenuto il presidente Lasorella) sarà avviata un’istruttoria per valutare eventuali profili lesivi della dignità umana e l’incitamento alla violenza”, aggiunge la nota dell’Autorità,

“Le istruttorie, affidate alla Direzione Servizi Media, prevedono una precisa procedura, in cui è previsto il contraddittorio con le parti coinvolte, ad esito della quale il Consiglio adotterà i provvedimenti definitivi“, conclude la nota. L’esito dunque non sarà immediato.

Altri articoli

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Pubblicità -spot_img

Cronaca