12.7 C
Camerota
mercoledì, Aprile 17, 2024
spot_img

Reumatologia, Vietri (FdI): “Dal Governo giusta attenzione alla transizione dall’età pediatrica a quella adulta”

Turismo

Reumatologia, Vietri (FdI): “Dal Governo giusta attenzione alla transizione dall’età pediatrica a quella adulta”

Approvata la risoluzione presentata dalla deputata salernitana

“Il Governo ha espresso parere favorevole alla risoluzione a mia prima firma per l’istituzione, presso il Ministero della Salute, di un tavolo permanente per la Reumatologia che includa le principali società scientifiche e le associazioni di pazienti e caregiver attive nel campo della reumatologia pediatrica. Si tratta di un risultato importantissimo per il quale ringrazio il Governo e in particolare il sottosegretario Marcello Gemmato”. Lo annuncia la deputata di Fratelli d’Italia Imma Vietri, capogruppo in Commissione Affari Sociali alla Camera. “Poniamo fine alla ‘solitudine terapeutica’ nella quale fino a oggi erano stati confinati i pazienti e le loro famiglie. Obiettivo del tavolo è definire un percorso istituzionalizzato per la transizione in reumatologia dall’età pediatrica all’età adulta. Si stima che il 50% dei giovani che non fanno una corretta transizione siano esposti al rischio di sviluppare danni irreversibili agli organi. Un rischio che non vogliamo e non dobbiamo permetterci di correre. Obiettivo del tavolo – sottolinea Vietri – sarà agevolare la transizione; garantire che siano fornite le informazioni corrette al giovane e alla sua famiglia; abbattere le ‘barriere burocratiche’ che caratterizzano il passaggio di competenze tra pediatra e medico di medicina generale. Non solo. La risoluzione – approvata oggi all’unanimità in Commissione grazie a un lavoro in sintonia con le opposizioni che ha portato a un testo condiviso – prevede anche e soprattutto la necessità di favorire un approccio multidisciplinare al paziente. Un approccio che favorisca il dialogo costante tra tutti gli specialisti coinvolti nella gestione del paziente e della sua patologia. Un passo in avanti importante e dovuto a quei 10mila bambini che, ogni anno purtroppo, sono colpiti da questa patologia e per le loro famiglie” conclude Vietri.

Altri articoli

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Pubblicità -spot_img

Cronaca