4.8 C
Camerota
martedì, Gennaio 25, 2022
- Pubblicità -spot_img

Mensa scolastica: dal Comune di Celle di Bulgheria un aiuto alle famiglie socialmente fragili

Turismo

Mensa scolastica: dal Comune di Celle di Bulgheria un aiuto alle famiglie socialmente fragili

CELLE DI BULGHERIA. Buoni pasto gratuiti per studenti appartenenti a famiglie in condizioni di disagio economico e sociale causato o aggravato dall’emergenza Covid-19. Lo ha reso noto il sindaco di Celle di Bulgheria, Gino Marotta, che ha diramato un avviso pubblico che invita gli aventi diritto a presentare domanda entro il 7 gennaio. A beneficiarne saranno le famiglie residenti nel Comune cilentano con Isee con valore non superiore ai 12mila euro (o di 14mila in caso di presenza nel nucleo di soggetti portatori di handicap). Buoni pasto gratuiti anche per le famiglie in condizioni di disagio economico e sociale causato dall’emergenza sanitaria Covid-19, per chi ha perso il lavoro o per chi è stato vittima di un grave infortunio.  Sarà possibile presentare una sola domanda per nucleo familiare, cumulabile nel caso in cui gli alunni frequentino contemporaneamente un’altra scuola nel Comune di Celle, per un massimo di 100 pasti per alunno, corrispondenti a 10 blocchetti mensa. Se il richiedente o uno dei membri del nucleo familiare risulterà beneficiario di altri sostegni pubblici quali reddito di cittadinanza, reddito di emergenza o altro, potranno accedere al contributo solo in forma ridotta del 50%.  Le richieste saranno valutate dall’ufficio Affari Generali. “Si tratta di un ulteriore sostegno per le famiglie che si servono delle mense scolastiche per i propri figli – spiega il sindaco Gino Marotta – Un aiuto in continuità con altre iniziative solidali già avviate negli ultimi mesi per far fronte a una crisi sempre più acuita dall’emergenza Covid. Come promesso non lasceremo indietro nessuno e saremo sempre al fianco di chi è in difficoltà. L’amministrazione comunale – ha tenuto ha precisare il primo cittadino – ha il compito di aiutare tutti, con un occhio particolare a giovani, anziani e fasce deboli”.

Altri articoli

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Pubblicità -spot_img

Cronaca

Shares