12.6 C
Camerota
sabato, Febbraio 4, 2023
spot_img

Il brand Da Michele arriva a New York, apre pizzeria nel Village. Su Greenwich Street. terza location dopo Los Angeles

Turismo

Il brand Da Michele arriva a New York, apre pizzeria nel Village. Su Greenwich Street. terza location dopo Los Angeles

Un pezzo di storia napoletana arriva nella Grande Mela. L’Antica Pizzeria Da Michele apre a New York su Greenwich Avenue nel West Village. Si tratta della terza location negli Stati Uniti dopo Los Angeles. A portare il brand nella città di New York, il ristoratore e designer Francesco Zimone il quale ha acquisito i diritti del concept per gli Stati Uniti, Canada e Messico. “New York è una mecca per la ristorazione e non potevamo non portare qui la pizzeria napoletana per eccellenza”, ha detto all’ANSA Zimone.
A differenza dalla sede storica napoletana che dal 1870 sforna solo margherita e marinara con la forma a ruota di carro e dal profilo irregolare, a New York si va oltre il menù della pizza e vengono offerti anche antipasti, paste, secondi piatti, dolci.
Al timone del forno, il pizzaiolo capo, l’ischitano Michele Rubini. “Era necessario – ha spiegato Zimone – da un punto di vista commerciale, abbiamo dovuto allargare l’offerta per adeguarci al gusto e alle richieste del cliente americano”. Non si mangerà inoltre sui tradizionali tavoli di marmo immaginando di stare nel film ‘Mangia prega ama (Eat Pray Love), il film del 2010 con Julia Roberts, dove in una scena l’attrice si ferma appunto a mangiare una pizza Da Michele. “Ho una relazione con questa pizza”, dice mentre mangia con le mani una fetta di pizza seduta ad un tavolo con tanti perfetti sconosciuti.
Il ristorante di New York si adegua agli standard della Grande Mela con un ambiente casual ma di classe allo stesso tempo che si estende su una superficie di circa 600 mq su due livelli. “Abbiamo voluto dare valore alla parola pizza – continua Zimone – e abbiamo disegnato il ristorante con un concept: realizzare un ambiente che sembra una casa accogliente per immergersi nella cultura italiana”. (ANSA).

Altri articoli

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Pubblicità -spot_img

Cronaca