10.4 C
Camerota
venerdì, Marzo 1, 2024
spot_img

Fuga dalla Campania per curarsi. Iannone (FdI): «Ultimi per incapacità di De Luca. Sanità solo carrozzone elettorale»

Turismo

Fuga dalla Campania per curarsi. Iannone (FdI): «Ultimi per incapacità di De Luca. Sanità solo carrozzone elettorale»

Fuga dalla Campania per curarsi. Le Regioni del Centro Sud hanno versato nelle casse di quelle del Centro Nord per il pagamento delle cure prestate ai propri cittadini la cifra di quasi 14 miliardi di euro. Tra le Regioni in passivo in testa troviamo la Campania (-2,939 mld), seguita da Calabria e Lazio. A fotografare il fenomeno è la Corte dei conti, secondo cui la “maggiore o minore attrattività dipende principalmente dalla maggiore qualità e quantità dei servizi sanitari erogati”.

A commentare il report è il Senatore Antonio Iannone, Commissario Regionale di Fratelli d’Italia in Campania.

“Nonostante il governatore De Luca continui a sbraitare contro il Governo nazionale in materia di Sanità, sempre e solo con l’intento di tentare di nascondere i suoi disastri e di addossare le proprie colpe agli altri, la lapalissiana verità è che la Campania continua a essere ultima per mobilità sanitaria. Un risultato che, nonostante qualche spiraglio di luce, sembra essere incontrovertibile. La Sanità in Campania versa in uno stato vergognoso, questa è la realtà. Ed è dovuto esclusivamente alla totale incapacità di De Luca e del Pd di organizzare compiutamente il servizio sanitario territoriale e valutare le priorità. Sono infatti più interessati a spendere milioni di euro per il nuovo Ruggi, mentre il Tar continua a bocciare il progetto sospendendo ora anche la gara-bis indetta dalla Regione Campania, piuttosto che investire su realtà ospedaliere già esistenti e in chiare difficoltà. Sta di fatto che non è più garantito un adeguato accesso alle cure per i cittadini. De Luca accusa la sanità del Nord di affarismo e camorrismo istituzionale, dimenticando probabilmente che la sanità in Campania è solo un carrozzone elettorale che serve al suo potere ma non ai cittadini”. (IL VESCOVADO)

Altri articoli

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Pubblicità -spot_img

Cronaca