20.8 C
Camerota
venerdì, Settembre 30, 2022
spot_img

Frode informatica e riciclaggio, 36 rinvii a giudizio nel Cilento

Turismo

Frode informatica e riciclaggio, 36 rinvii a giudizio nel Cilento

AGROPOLI. Sono 36 le persone rinviate a giudizio dal Tribunale di Salerno con le accuse, a vario titolo, di frode informatica e riciclaggio. Ad agire, secondo la Procura, sarebbe stata una vera e propria associazione a delinquere, operativa tra Agropoli, Castellabate, Montecorice, Pollica e altri comuni limitrofi. I fatti sarebbero avvenuti tra il 2013 e il 2016.

Le frodi, portate a termine su tutto il territorio nazionale, avrebbero consentito di accumulare indebitamente al gruppo, secondo l’attività investigativa condotta dai carabinieri di Santa Maria di Castellabate e del Nucleo Antifrode di Roma della guardia di finanza, diverse migliaia di euro.

Il meccanismo fraudolento era sempre lo stesso: venivano carpiti, attraverso la tecnica del phishing, i codici personali e segreti utilizzati a protezione delle carte di credito per poi far confluire indebitamente ingenti somme di denaro su carte PostePay attiva appositamente. Tali somme venivano poi incassate tramite prelievo attraverso gli sportelli ATM.

Le cifre variavano da poche centinaia a diverse migliaia di euro. In alcuni casi, i soldi venivano utilizzati anche per acquisti online, tra cui un televisore full hd. Diverse anche le operazioni effettuate per trasferire il denaro dall’Italia all’estero e utilizzati anche vari conto di gioco online per commettere i reati.

A far partire le indagini sono state le denunce delle persone frodate che si sono accorte degli ammanchi sui loro conti. Dopo il rinvio della prima udienza, il prossimo appuntamento è per il 13 giugno presso l’aula bunker della casa circondariale di Fuorni. (ottopagine)

Altri articoli

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Pubblicità -spot_img

Cronaca

Shares