19.2 C
Camerota
martedì, Giugno 25, 2024
spot_img

Emergenza ostetriche all’ospedale Ruggi di Salerno: la denuncia della Fials provinciale

Turismo

Emergenza ostetriche all’ospedale Ruggi di Salerno: la denuncia della Fials provinciale

La gestione delle attività sanitarie e di assistenza nel settore Materno-Infantile dell’ospedale Ruggi di Salerno riveste un’importanza cruciale per la salute delle donne e dei neonati. Tuttavia, la carenza di personale ostetrico rappresenta un ostacolo significativo per assicurare un servizio efficiente e di alto livello. Di conseguenza, è indispensabile un intervento tempestivo da parte della direzione strategica per mettere in atto interventi mirati volti a ottimizzare la programmazione e la gestione delle attività sanitarie e di assistenza nel settore Materno-Infantile.

La situazione attuale evidenzia la mancanza di almeno 10 ostetriche, fondamentali per coprire le assenze dovute a varie ragioni e garantire un’assistenza continua e qualitativa. Tale carenza ha portato a un utilizzo improprio delle ore di straordinario, utilizzate come elemento ordinario e programmato per la gestione del servizio al Ruggi di Salerno. È urgente procedere con il reclutamento di personale ostetrico per assicurare i livelli essenziali di assistenza ed evitare che la situazione attuale metta in pericolo il regolare funzionamento della struttura.

“In questo momento, la mancanza di ostetriche è un problema che non possiamo più ignorare. È fondamentale che vengano prese misure immediate per reclutare nuovo personale”, afferma Tony Chiola, rappresentante sindacale della Fials Salerno. “L’uso eccessivo delle ore di straordinario non può essere una soluzione a lungo termine. Abbiamo bisogno di stabilità e continuità per garantire un’assistenza di qualità “.

La carenza di ostetriche ha generato difficoltà nel garantire un’adeguata assistenza durante le attività urgenti in sala operatoria e nelle interruzioni volontarie di gravidanza (Ivg), mettendo a rischio la sicurezza e il benessere delle pazienti. “La situazione attuale è insostenibile e mette a rischio la sicurezza delle nostre pazienti”, dichiara Patrizia Santoro, referente ostetrica della Fials Salerno. “Senza un numero adeguato di ostetriche, non possiamo garantire l’assistenza necessaria durante le emergenze e le attività chirurgiche. Ogni giorno, le nostre professioniste si trovano a dover far fronte a situazioni di emergenza con risorse limitate, aumentando il rischio di errori e compromettendo la qualità del servizio. Questa carenza incide non solo sulla qualità delle cure prestate, ma anche sul benessere psicofisico del personale ostetrico, che si vede costretto a operare sotto pressione continua, con turni straordinari che diventano la norma e non l’eccezione. La sicurezza delle pazienti e dei neonati deve essere la nostra priorità, e per garantire questo abbiamo bisogno di un organico adeguato”.

Cristian Luongo, un altro rappresentante sindacale della Fials Salerno, sottolinea l’importanza di interventi rapidi e mirati. “È urgente attivare convenzioni con altre aziende sanitarie campane per utilizzare le graduatorie attive e colmare immediatamente questa lacuna. Solo così potremo rispondere adeguatamente alle esigenze di assistenza delle mamme e dei neonati “.

La Fials Salerno chiede con urgenza il reclutamento di personale ostetrico per garantire un servizio costante e di qualità, migliorando l’efficienza della struttura sanitaria. “Siamo determinati a continuare a monitorare la situazione e a lottare per migliorare le condizioni lavorative e i servizi offerti”, conclude Chiola. “La salute delle donne e dei neonati deve essere una priorità per tutti”.

Altri articoli

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Pubblicità -spot_img

Cronaca