22.1 C
Camerota
sabato, Giugno 22, 2024
spot_img

9mila eventi in tutta Italia per la Festa della Musica 2023

Turismo

9mila eventi in tutta Italia per la Festa della Musica 2023

Al via la 29esima edizione della Festa della Musica 2023 che si tiene in tutta Italia il 21 giugno, giorno del solstizio d’estate. L’evento celebra ogni genere musicale e coinvolge scuole di musica, conservatori, associazioni, orchestre, corali, istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado e altre realtà culturali. Nel 2023 ci sono 9.000 eventi in programma in Italia. Quest’anno la festa si svolgerà il 21 giugno a Bergamo e il 24 giugno a Brescia, Capitale Italiana della Cultura. Il 21 giugno ad Alghero si terrà un concerto con il trombettista jazz di fama internazionale Enrico Rava e i conservatori di Ribera e Sassari in collaborazione con la Rappresentanza in Europa della Commissione Europea. Durante la giornata del 21 sono previsti servizi nei telegiornali, giornali radio e spazi di trasmissioni Rai.

Il tema di questa edizione è ‘Vivi la Vita’ per diffondere il messaggio di sicurezza stradale e di custodire la vita. Parteciperà anche Luca Valdiserri, giornalista del Corriere della Sera e padre di Francesco, diciottenne investito e ucciso da un pirata della strada a Roma a novembre 2022, a cui è dedicato il concerto romano di piazza Sempione a Montesacro nel quale si esibiranno le band in cui ha suonato il ragazzo scomparso e sarà presente il ministro dello sport e delle politiche giovanili Andrea Abodi. Per cercare gli eventi vicini alla propria regione o città, bisogna andare su festadellamusica.beniculturali.it “Il senso della festa della musica è di unire e affratellare. Il mondo dello spettacolo ha attraversato un periodo molto difficile. Come sottosegretario, sto lavorando ad una serie di soluzioni legislative che possano portare una migliore operatività del nostro settore sia per imprese che per artisti – riferisce Gianmarco Mazzi, sottosegretario al Ministero della Cultura con delega alla musica e allo spettacolo dal vivo – Inserisco nella Festa della Musica anche un evento che stiamo preparando a Campovolo, Italia loves Romagna, il 24 giugno per la raccolta fondi per l’alluvione in Emilia-Romagna. Tecnicamente non ci rientra perché non è gratuito ma gli artisti partecipano gratis”.

Sono 757 le città partecipanti alla Festa della Musica con 42.704 artisti coinvolti sul territorio. “E’ una festa gratuita ma determina un indotto economico notevole – informa Marco Staccioli, presidente dell’Associazione Italiana Promozione Festa della Musica – Lombardia e Campania sono le regioni che danno il maggiore contributo alla manifestazione. Quest’anno è aumentata la partecipazione dei conservatori, ben 26 hanno aderito alla Festa”. Il progetto che coinvolge questi ultimi inizierà il 21 giugno ad Alghero con la Bigband Jazz composta da quelli di Sassari e Ribera e finirà il 21 giugno per festeggiare la 30esima edizione della Festa della Musica. Il partner istituzionale della manifestazione è La Rappresentanza Italiana della Commissione Europea che valorizza l’industria culturale col programma Europa Creativa in 27 Paesi e Music Moves Europe che promuove la sostenibilità dell’ecosistema musicale europeo, obiettivo anche del tema ‘Vivi la vita!’, oltre alla sicurezza stradale. “Il numero degli incidenti è in lieve calo sulle strade europee ma quello delle vittime è molto elevato, 20.000 circa l’anno – dice a proposito Massimo Pronio, responsabile della comunicazione della Rappresentanza Italiana della Commissione Europea. Alta ancora la cifra di ragazzi che muore in un incidente stradale o si toglie la vita per disagi psicologici. “Uscendo dalla pandemia, la fascia d’età dai 14 ai 35 anni rappresenta il gruppo di persone che ancora sta soffrendo e i suicidi sono in crescita – fa sapere Michele Ciscioli, capo dipartimento delle politiche giovanili e del servizio universale – Inoltre, sempre meno adolescenti si impegnano nella cittadinanza attiva. Con la Festa della Musica cerchiamo di coinvolgere il maggior numero di ragazzi possibili”.

Il valore sociale della musica è testimoniato da Luca Valdiserri, padre di Francesco ucciso da un’auto lanciata a 70 km orari sul marciapiede della Cristoforo Colombo, che è intervenuto alla presentazione dell’evento: “La musica è stata la passione di Francesco e lo è ancora perché ho mantenuto i rapporti con i musicisti delle sue band. Forse il punto di svolta che mi ha portato a fare certe cose è stato dieci giorni dopo la sua morte, nel giorno del suo compleanno, quando i suoi amici hanno organizzato un concerto di quattro ore e mezza nel centro sociale La Strada alla Garbatella. La musica può essere una strada straordinaria per fare delle belle cose”.

A Bergamo sono 11 le postazioni allestite al centro, oltre 50 le formazioni e i solisti che si avvicenderanno dalle 18 alle 19:30 fino alle 23. I concerti saranno en plein Air da largo Rezzara a Piazzetta Santo Spirito, sul sagrato della Chiesa di Sant’Alessandro, in via XX settembre, piazza Matteotti, piazza Vittorio Veneto, Piazza Dante, di fronte al Teatro Donizetti e nei cortili di Palazzo Frizzoni, del Palazzo della Provincia e della Biblioteca Caversazzi in via Tasso. Le band aderenti si sono iscritte sul portale nazionale della Festa della Musica e i gruppi organizzati dal Servizio Giovani del Comune di Bergamo, le formazioni e i solisti proposti dal Politecnico delle Arti di Bergamo e dalle scuole di musica del Cdpm – Centro Didattico Produzione Musica e dell’associazione Suonintorno. Ci saranno anche le orchestre di fiati dell’Associazione Bergamasca Bande Musicali, i numerosi ensemble frutto del lavoro del Quartiere Musicale di Monterosso, il coro Henry’s Friends Choir. Al suo interno ci saranno artisti famosi come il gruppo Bnkr44 e Matteo Romano che si esibiranno in un evento gratuito anche per festeggiare la rassegna Lazzaretto Estate. I generi spazieranno dal rock al pop passando per jazz, musica classica, funk e musica balcanica.

A Brescia la festa della musica è già stata festeggiata da 20 scuole della provincia assieme a quelle delle province di Mantova, Pavia e Bergamo il 20 maggio e sabato 24 giugno avrà la sua celebrazione ufficiale. Il 21 giugno ci sarà Fes Folk Music una caccia al tesoro in città a suon di musica e danza folk. Il 24 giugno saranno allestiti 80 palchi tra centro e periferia che ospiteranno più di 650 gruppi (per un totale di 3.500 artisti) che suoneranno dalle 10 di mattina fino a mezzanotte. Presente il Coro Amwaj della scuola corale di Amwaj di Palestina in Italia per il suo primo tour e il 24 giugno sarà ospite al palazzo Mo.Ca. Ci saranno alcune iniziative relative a Nati per la Musica, un programma attuato da pediatri di famiglia, musicisti, educatori e bibliotecari per attività tra genitori/adulti e bambini. Saranno coinvolte 8 biblioteche bresciane che ospiteranno eventi di musica e parole. Ci sarà anche il palco delle donne per il tema della violenza di genere, organizzato dall’associazione Terre Unite che promuove l’affermazione di tutti i diritti di cittadinanza. Sul sito web dell’Associazione Festa della Musica Brescia c’è una mappa geolocalizzata consultabile con Qr Code per vedere in tempo reale la programmazione dei palchi.

Il 21 giugno alle 21 si esibirà ad Alghero il testimonial nazionale Enrico Rava sul palco di Largo Lo Quartier. “Sono molto contento di fare un concerto per festeggiare la musica, particolarmente ad Alghero che mi piace moltissimo non solo per un fatto enogastronomico. E’ una città bellissima – ammette Rava che alla presentazione della Festa a Roma è stato omaggiato con una scultura di bronzo del calco di una sua mano nella sua posizione musicale caratteristica creata dall’artista Dante Mortet – Soprattutto, sono contento di suonare con un gruppo di giovani strepitosi”. Quella sera gli studenti dei dipartimenti jazz del Conservatorio Arturo Toscanini di Ribera e del Conservatorio Luigi Canepa di Sassari formeranno per la prima volta insieme una grande band sotto la direzione dei docenti Giacomo Tantillo e Gavino Mele. L’evento in diretta su RaiPlay è organizzato da Aipfm Associazione Italiana per la Festa della Musica con il patrocinio della Rappresentanza Italiana della Commissione Europea, il Ministero Italiano della Cultura, il comune di Alghero e i partner Rai e Siae. (ADNKRONOS)

Altri articoli

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Pubblicità -spot_img

Cronaca