Home / Cultura / Villammare Film Festival, Giancarlo Giannini vince il premio alla carriera

Villammare Film Festival, Giancarlo Giannini vince il premio alla carriera

Il concorso tra lungometraggi al Villammare Film Festival, istituito appena da un anno, è già diventato punto di riferimento per i filmmakers. Oltre cinquanta i registi che hanno scelto di iscrivere i propri film. Tra di essi sono stati scelti quelli in proiezione dal 23 al 30 agosto. Il 23 agosto (ore 21.30), presso l’Hotel Le Piane verrà proiettato ‘Il diario di Carmela’ di Enzo Caiazzo, prima opera in gara, film drammatico sulla vita di una quindicenne costretta a lavorare per la piazza di spaccio della sua famiglia. Il 24 agosto (ore 21.30) sarà la volta de ‘La partita’ di Francesco Carnesecchi, un film dove il campo da calcio si fa metafora e luogo di snodo delle vite dei protagonisti, e alle ore 23 dello stesso giorno toccherà a ‘Il Grande Salto’, commedia che vede per la prima volta alla regia l’attore Giorgio Tirabassi e che si incentra sui tentativi di due rapinatori maldestri di tornare in affari. Il 25 agosto alle ore 21, ci si sposterà presso il complesso residenziale Le Ginestre per la proiezione del film drammatico ‘Un giorno all’improvviso’ di Ciro D’Emilio alla presenza dell’attore Lorenzo Sarcinelli. Tre invece le pellicole che approderanno in piazza Portosalvo. Il 26 agosto verrà proiettato il film del premio Oscar Mike Van Diem ‘Tulipani – Amore, onore e una bicicletta’ che vede tra gli interpreti gli ospiti della serata Giancarlo Giannini che riceverà il premio alla carriera e Lidia Vitale intenti a dipanare una incredibile storia venuta alla luce durante un’investigazione. Il 27 agosto sarà di scena la commedia ‘Quanto Basta’ di Francesco Falaschi, in cui viene trattata in maniera lieve la sindrome di Asperger attraverso il rapporto tra un giovane ed uno chef uniti dalla passione per la cucina. Il 28 agosto, infine, verrà proiettato ‘L’Eroe’ di Cristiano Anania con Salvatore Esposito. Il film, girato a Maratea, ruota attorno ad un misterioso rapimento. La giuria di qualità sceglierà il corto vincitore e saranno assegnati anche due premi speciali. Uno da Legambiente, partner del Festival, al miglior corto della sezione tematiche ecologiche ed ambientali e uno dal Rotary, altro partner, al corto che meglio saprà incarnare i valori umanitari e solidali che l’associazione porta avanti da sempre. A scegliere invece il miglior lungometraggio ci penserà una squadra capitanata dal compositore Vince Tempera e composta da registi, sceneggiatori e giornalisti. Saranno loro a dover assegnare per la prima volta anche il premio speciale ‘Giorgio Arlorio’ alla migliore sceneggiatura, un omaggio ad un compianto amico del Festival che aveva fatto della scrittura dei film un’arte e un impegno sociale. (quasimezzogiorno)

Vedi anche

Teggiano: dal 30 ottobre al 3 novembre torna “Teggiano Antiquaria”

Nell’incantevole location del Castello Macchiaroli di Teggiano, dal 30 ottobre al 3 novembre 2019 torna …

Camerota, Ottobre/Culturale sabato 12 “Convegno sull’Archeologia” presso l’ufficio la Perla del Cilento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Shares

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi e Accetta