Ultime Notizie

Vaccini, in Campania circola falso calendario per le adesioni

Vaccini, in Campania circola falso calendario per le adesioni. Uno schema dettagliato, con l’apertura delle prenotazioni per tutta la popolazione, divisa per età e la possibilità di aderire come se tutto fosse sul punto di partire. Ma è un falso quello che da ieri pomeriggio continua a circolare sui social network e sui WhatsApp di migliaia di campani. E’ una fake news ben congegnata e che ieri sera è stata smentita dalla Regione Campania attraverso un Tweet sul profilo del governatore De Luca. L’annuncio comincia con la primula lanciata dal commissario nazionale Arcuri all’inizio della campagna vaccinale e la scritta “La Regione Campania rende noto «che è possibile da oggi registrarsi sulla piattaforma informatica per l’adesione alla campagna di vaccinazione anti Covid-19 riservata alla popolazione campana appartenente alle 6 categorie sotto indicate”. Segue un elenco di categorie divise per età che possono aderire al vaccino, dagli anziani sotto gli 80 anni fino ai soggetti vulnerabile oltre i 16 anni.

Tutto falso in un messaggio fake che, spiegano dalla Regione Campania, è partito da Roma e che è stato ben congegnato, mettendo anche la mail prevista dal governo per le quattro Regioni che on hanno una loro piattaforma di adesione. Al momento nessun calendario di vaccinazione è previsto al di là di quello in atto che prevede le persone di poltre 80 anni e il personale scolastico, a cui seguiranno tutte le forze dell’ordine e i vigili del fuoco.

La Campania ricorda che ha una struttura già pronta per ampliare il vaccino a grandi fette delle popolazione, ma mancano le dosi e quindi esclusivamente per questo si va con grande moderazione.

A Napoli, ad esempio, i questi gironi vengono somministrate 1000 dosi agli anziani al mattino e 1000 ai docenti al pomeriggio, un programma per alcuni gironi che poi dovrà fare i conti con le dosi che verranno inviate, visto che la Regione sta sfruttando a fondo le riserve, conservandone circa il 15% per i richiami.

Vedi anche

Indagine Cgia Mestre, dati choc: più di 3mila aziende salernitane a rischio chiusura

Sono 3.407 le aziende a rischio chiusura in provincia di Salerno. È quanto emerge – …

Centola: si toglie la vita in casa, era indagato per aver adescato minore in chat

Adesca una minore su una chat: indagato si toglie la vita in casa. la tragedia …

lascia un commento

Shares

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi e Accetta