Vaccini Covid, lo scandalo dei “fragili” nel Salernitano. Medici sott’accusa

AGROPOLI – Avrebbero “saltato la fila” per farsi vaccinare. Furbetti con la presunta complicità dei medici di famiglia che rilascerebbero certificati “di fragilità” utili a immunizzarsi immediatamente dal Covid 19 pur non avendone i requisiti? L’accusa emerge nero su bianco da una circolare firmata dal direttore del Distretto Sanitario 70 Vallo della Lucania – Agropoli ed inviata a tutti i medici di medicina generale operanti nei 36 comuni afferenti. «I nostri amministrativi, nell’organizzare le sedute di vaccinazione con Pfizer per i soggetti per i quali è stato preferito questo tipo di vaccino a quello di AstraZeneca, hanno notato molti, troppi, certificati “di fragilità” redatti dai medici di medicina generale», scrive Adamo Maiese in qualità di responsabile del Distretto Sanitario 70. I medici di base, da parte loro, hanno già risposto di essere totalmente estranei a quanto chiaramente contestato e, al contrario, di svolgere la propria attività in condizioni di ulteriore difficoltà rispetto al passato proprio per i continui interventi tesi a contrastare la diffusione della pandemia in corso. (LA CITTA)

Vedi anche

Vaccini: Campania; oggi piattaforma aperta per 45-49 anni. Per la fascia 40-44 prenotazioni a partire dal 18 maggio.

A partire da oggi, 15 maggio, sarà aperta in Campania la piattaforma per le adesioni …

Maxi operazione contro streaming illegale, stop a 80% del flusso in Italia

Streaming illegale, maxi operazione della Polizia di Stato contro la pirateria audiovisiva finalizzata al contrasto …

lascia un commento

Shares

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi e Accetta