Tragedia al Ciclope: venerdì autopsia. Al momento nessun indagato

L’autopsia sul corpo di Crescenzo Della Ragione, il 27enne ucciso da un masso staccatosi dalla parete rocciosa della discoteca “Il Ciclope” di Marina di Camerota, sarà effettuata venerdì. La discoteca rimane sotto sequestro ed il Procuratore capo Giancarlo Grippo ha fatto sapere che “l’indagine è solo all’inizio”, mentre non ha confermato che, al momento, ci siano state iscrizioni, come atto dovuto, di persone nel registro degli indagati. Le posizioni al vaglio sono quelle del proprietario della discoteca e degli enti cui spetta il controllo di quella fetta di territorio, anche in relazione ai permessi per l’apertura della discoteca. La Procura, invece, ha disposto per venerdì l’autopsia sul corpo del giovane. L’esame verrà fatto da Adamo Maiese, direttore della funzione centrale di Medicina legale dell’ASL di Salerno. Secondo un primo esame esterno del corpo della vittima, il giovane sarebbe morto a causa di un gravissimo trauma cranico-encefalico con sfondamento a carico della regione occipitale. Il reato intorno al quale lavorano gli investigatori è quello di omicidio colposo. La salma dello studente è per il momento ferma all’ospedale “San Luca” di Vallo della Lucania.

Vedi anche

La curva dei nuovi contagi fa paura: il governo pronto a zone rosse e restrizioni

La curva dei nuovi contagi fa tornare la paura in Italia. I dati registrati ieri …

Coronavirus Campania, 195 positivi su 8473 test effettuati

COVID-19, IL BOLLETTINO ORDINARIO DELL’UNITÀ DI CRISI DELLA REGIONE CAMPANIA Questo il bollettino di oggi: …

lascia un commento

Shares

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi e Accetta