Home / Cronaca / SPI-CGIL Sapri scrive al Vescovo di Teggiano: “Nel Golfo di Policastro sale la tensione per carenze e disservizi nella sanità”

SPI-CGIL Sapri scrive al Vescovo di Teggiano: “Nel Golfo di Policastro sale la tensione per carenze e disservizi nella sanità”

La piena funzionalità dei servizi sanitari continua a restare una chimera per le popolazioni dei centri del Golfo di Policastro. L’ennesima conferma della crescita dei disagi viene evidenziata in una nota che la Cgil e il Sindacato Pensionati Italiani di Sapri-Camerota, in sintonia con le altre categorie della locale Camera del Lavoro, hanno inviato, oltre alle autorità preposte locali, regionali e nazionali, anche al Vescovo Antonio De Luca della Diocesi Teggiano-Policastro.                                              I punti centrali della nota riguardano, in particolare, la richiesta di nuovi strumenti e  prestazioni per rispondere in modo adeguato alle esigenze dell’utenza, a partire: 1) dalla conferma dei “punti nascita” negli ospedali di Sapri e Polla; 2) dall’istituzione presso l’ospedale di Sapri del reparto di emodinamica e dall’attivazione della camera iperbarica. Attrezzature, quindi, essenziali per curare le emergenze ed i mali più frequenti che colpiscono bambini, giovani donne e anziani.                                                                   “Come sindacato ci stiamo muovendo a 360 gradi per stimolare tutti a dare un sostegno alle nostre iniziative socio-culturali e vertenziali, indirizzate soprattutto a migliorare la tutela della salute e la qualità della vita”, spiega Gerardo Triani, dirigente dello Spi di Sapri.                                                                                                      In questo ambito, il sindacato, a fronte della spiccata sensibilità che il Vescovo De Luca mostra quotidianamente verso i problemi delle famiglie e delle fasce sociali più disagiate, ha chiesto, anche all’importante esponente religioso, una sua testimonianza presso le Istituzioni competenti affinché il territorio della “Spigolatrice” venga dotato di servizi sanitari più adeguati alle attese dei cittadini. “Intanto, su questi temi, Cgil e Spi di Sapri e Camerota, insieme ad altre organizzazioni sociali dei centri limitrofi del Golfo di Policastro, sono molto impegnati nella raccolta di 5mila firme e nell’invio di 2mila cartoline al Ministro della Sanità, al Governatore della Regione Campania e agli altri Organi preposti”, confermano ed evidenziano l’onnipresente Gerardo Triani ed i rispettivi responsabili della Camera del Lavoro e dello Spi, Domenico Vrenna e Francesco Iannuzzi.           “In questa fase, per  risolvere i problemi legati alla sanità, registro con soddisfazione che sta lievitando la sensibilità e l’attenzione dei cittadini sulla tutela della salute, in quanto noto che, oltre all’impegno territoriale di compagne e compagni, il sostegno culturale e solidale intorno alla vertenza in corso nel Golfo di Policastro sta crescendo a vista d’occhio e con la convinzione che su argomenti scottanti e delicati come questi non si può né scherzare né fare passi indietro,  ha commentato il Segr. Gen. Spi-Cgil Gerardo Barrella.

Vedi anche

Legambiente premia gli ambasciatori del territorio della Campania – produttori di cibo e bellezza

Dall’antica tecnica delle alici di Menaica che mantiene inalterato l’ecosistema marino A, agli Antichi sapori …

Ripresi i lavori per collegare l’Aeroporto Costa d’Amalfi e lo svincolo autostradale

Sono ripresi nella giornata di martedì 15 ottobre i lavori di completamento del “Collegamento dell’area …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Shares

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi e Accetta