Solidarietà ed accoglienza: a Torre Orsaia una famiglia di profughi afghani

TORRE ORSAIA – Solidarietà ed accoglienza: è giunto a Torre Orsaia, nel cuore del Cilento, un nucleo familiare afgano facente parte dell’operazione di evacuazione umanitaria da Kabul delle scorse settimane. La famiglia, composta dai genitori ed un bambino di 15 mesi, è stata ospite per alcune settimane del Centro Covid dell’Ospedale del Mare di Napoli, nel quale è stata sottoposta a controlli sanitari ed alla prescritta quarantena Covid. La famiglia alloggerà presso un appartamento nel centro del paese a disposizione della rete SAI (Sistema Accoglienza Integrazione già SPRAR) del Ministero dell’Interno, di cui Torre Orsaia fa parte da oltre 4 anni. Il piccolo borgo è il primo comune del Cilento, il secondo in provincia di Salerno dopo Fisciano, ad accogliere i richiedenti asilo.

“Quando le parole solidarietà, accoglienza e integrazione non solo slogan ma fatti concreti”, le parole del sindaco Pietro Vicino.

Vedi anche

Palinuro. Tragedia alla “Grotta azzurra”: muore maresciallo dei carabinieri durante immersione

Un maresciallo dei carabinieri è morto annegato nel mare di Palinuro, nel Cilento, durante una …

Droga e armi, maxi operazione dei carabinieri nel Salernitano: 56 arresti

Dalle prime ore di questa mattina, nella provincia di Salerno, Napoli e Cosenza, i Carabinieri …

lascia un commento

Shares

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi e Accetta