Scoperta a Salerno la proteina che allunga la vita

Riuscire ad arrivare a compiere cento anni di età potrebbe non essere un traguardo così lontano. In Campania è infatti in corso uno studio, già in fase avanzata, condotto da Carmine Vecchione responsabile del programma di riabilitazione cardiologia dell’azienda ospedaliera Ruggi di Salerno e da Annibale Puca docente presso il Dipartimento di medicina e chirurgia dell’Università di Salerno. La ricerca ha permesso di individuare la proteina Lav la cui somministrazione riesce a ripristinare la funzione vascolare in modelli sperimentali di disfunzione dell’endotelio che rappresenta un denominatore comune in numerose patologie cardiovascolari. Attualmente – come spiega Vecchione – «stiamo somministrando la proteina nei topi anziani valutandone nel tempo la mortalità». Secondo quanto riscontrato in laboratorio, la somministrazione della proteina Lav potenzia il rilascio di ossido nitrico «elemento fondamentale – afferma Vecchione – per un corretto funzionamento della struttura vascolare e per buon controllo della pressione arteriosa». I risultati dicono che nel ratto iperteso la proteina riduce i livelli pressori, normalizzandoli. Altra ‘importantè proprietà della proteina – sottolinea il medico – «è quella di evocare angiogenesi infatti – aggiunge – la somministrazione in un arto ischemico, in modelli sperimentali, facilita la crescita di circoli collaterali evitando l’amputazione dell’arto». I gruppi di ricerca, coordinati da Vecchione e Puca, stanno portando avanti ulteriori analisi nelle strutture IRCCS Neuromed di Pozzilli e Multimedia di Milano convenzionate con l’Ateneo di Salerno. I risultasti fino ad oggi verificati sono stati pubblicati sulla rivista scientifica ‘Circulation Research’. (vds)

Vedi anche

Giorgia, trapiantata e immunodepressa da giorni con tosse e febbre: “Vi prego, fatemi un tampone”

“Perché ai vip viene fatto il tampone a casa anche se asintomatici mentre a me …

Coronavirus. La Banca del Cilento a fianco del territorio: interventi a favore degli ospedali di Vallo della Lucania, Sapri e Polla

Esiste un sentimento che è tra i più nobili che l’animo umano conosca: questo sentimento …

lascia un commento

Shares

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi e Accetta