Salerno, Luci d’Artista, le novità per Natale sono le fiabe di Pinocchio e Alice

Le due nuove favole che ha voluto quest’anno l’ex sindaco, oggi governatore della Regione Campania, Vincenzo De Luca per abbacinare i salernitani e i tanti visitatori di «Luci d’Artista» sono “Pinocchio” e “Alice nel paese delle meraviglie”. Vanno ad aggiungersi, nella Villa Comunale, a quelle allestite lo scorso anno, “Cenerentola” e “Peter Pan”, a completamento delle installazioni luminose del “Giardino incantato”. Avranno un bel daffare psicologi e semiologi per decriptare eventuali messaggi subliminali che possano nascondersi dietro all’apparente e innocente trionfo della fantasia. Perché se Pinocchio rimanda inevitabilmente al tema della bugia, che è sempre così attuale e centrale nel dibattito politico, il personaggio del romanzo di Lewis Carroll significa allontanamento dalla realtà e trasposizione nel migliore dei mondi possibili, rassicurante e onirico. Armi di distrazione di massa? Chissà… Bando alle interpretazioni, c’è da aggiungere che il lavoro di montaggio di luminarie e scenografie, affidato all’azienda «Artlux» di Paternopoli (Avellino), procede a ritmi elevati e probabilmente sarà necessario lavorare anche il sabato e la domenica per arrivare in tempo alla data dell’inaugurazione dell’evento, in programma il prossimo 7 novembre, ospite, forse, Biagio Izzo.

Partnership con Barcellona

Altra novità della decima edizione di «Luci d’artista» è l’allestimento della “grande foresta” in piazza Flavio Gioia, nell’ideale prosecuzione con il tema fantasy nella Villa Comunale. Si tratta di una fitta concentrazione di alberi di led con un tetto illuminato dai colori blu e bianco che sarà il leitmotiv della kermesse 2015. Spazio alle luminarie anche sulla spiaggia di Santa Teresa, appena riconsegnata ai salernitani dopo un’accurata operazione di restyling, mentre l’aurora boreale, ovvero i suggestivi pannelli policromi, con bande luminose di colore rosso-verde-azzurro, non solo tornerà con qualche novità lungo il Corso principale di Salerno ma sarà in parte «esportata» a Barcellona che l’ha espressamente richiesta al Comune. Oltre alle installazioni luminose di draghi e pinguini, da fine novembre appuntamento con i mercatini di Natale e al cinema con il film Babbo Natale non viene da Nord che Maurizio Casagrande ha girato e interpretato a Salerno l’anno scorso proprio durante “Luci d’artista”. Insomma la gioiosa macchina da guerra (costo preventivato, per ora, 2,4 milioni di euro) è appena partita, con il governatore De Luca già pronto a ripetere come un mantra che a Salerno «arriveranno due milioni di visitatori». Cifre così sono lontane dalla realtà che rappresenta comunque un bel problema per traffico e parcheggi.

Vedi anche

Cinema, Musica e Teatro: chiamata alle ARTI con il “Trivium Festival”. L’idea di Nicola Linfante e Domenico Colangelo “sposata” dal Parco

Una “Chiamata alle ARTI” nel territorio del Parco, che mette insieme Cinema, Musica e Teatro. …

Lentiscosa: oggi si festeggia Santa Rosalia

Oggi a Lentiscosa si ultimeranno i festeggiamenti in onore di Santa Rosalia. La devozione per …

lascia un commento

Shares

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi e Accetta