Reddito di cittadinanza così l’Inps aumenta i controlli per contrastare i furbetti

Giro di vite dell’Inps che innalza i controlli a caccia dei furbetti del reddito di cittadinanza. Lo scrive Il Mattino che racconta di un tavolo permanente tra Inps, Ispettorato del Lavoro e Guardia di Finanza che punta a scoprire, sanzionare e togliere il sussidio a coloro che ne beneficiano, pur non avendone diritto. Spettano all’Inps le verifiche preventive sulla sussistenza dei requisiti necessari per poter presentare domanda di accesso al Rdc. Dopo aver ottenuto dai Caf l’Isee del richiedente, l’Inps può chiedere il ricalcolo, qualora ravvisi degli elementi mancanti, da un buono postale ad un reddito non dichiarato. E, nell’eventualità in cui anche dalla richiesta successiva emergano incongruenze, è possibile coinvolgere la Guardia di Finanza.

Vedi anche

Covid, non si arresta la corsa dei contagi: nel Salernitano altri 28 nuovi positivi

La corsa del Covid non si arresta nel Salernitano. Anche il bilancio della giornata di …

Caso Angelo Vassallo, un nuovo indagato. Un 52enne di Scafati.

Salerno – Un pentito del clan Loreto-Ridosso di Scafati accusa un imprenditore scafatese di 52 …

lascia un commento

Shares

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi e Accetta