Home / Cronaca / Pescara, è Vincenzo Rubano il giornalista aggredito con la troupe di Brumotti

Pescara, è Vincenzo Rubano il giornalista aggredito con la troupe di Brumotti

PESCARA. E’ Vincenzo Rubano il giornalista salernitano aggredito selvaggiamente a Pescara insieme a Vittorio Brumotti. Il reporter, originario di Marina di Camerota, stava documentando insieme all’inviato di Striscia La Notizia lo spaccio di droga nel quartiere Rancitelli, nel cosiddetto “Ferro di Cavallo”, ovvero un agglomerato di case popolari dipinte di giallo, fortino dello spaccio che copia il modello Scampia di Napoli. Sul posto anche una decina di carabinieri, intervenuti dopo la segnalazione di Brumotti per trarre in arresto alcuni spacciatori. “Avevamo documentato il tutto, ci eravamo divertiti con tutto il rione – racconta Brumotti in una storia su Instagram – poi la situazione è degenerata all’improvviso: tutti si sono scagliati contro di noi ed è successo un patatrac”. Brumotti è stato minacciato e spintonato assieme alla sua troupe, ma ad avere la peggio è stato il giornalista Vincenzo Rubano che è stato aggredito, con pugni e calci, da alcuni spacciatori. Rubano è stato immediatamente soccorso e trasporto in ospedale da una pattuglia dei carabinieri. Medicato in pronto soccorso, è stato dimesso con quindici giorni di prognosi. Il referto parla di “distorsione del rachide cervicale” e “policontusioni escoriate da violenza altrui”. Nello stesso complesso, a febbraio scorso, era stato aggredito il giornalista della Rai Daniele Piervincenzi mentre era impegnato in un servizio sullo spaccio. Rubano, che scrive anche per i quotidiani La Repubblica e La Città, lavora da diversi anni con l’inviato di Striscia Vittorio Brumotti con il quale, negli anni scorsi, è stato più volte oggetto di minacce. “A Pescara siamo stati vittima di un’aggressione inaspettata e violentissima – racconta Rubano – Ora per fortuna stiamo bene. Grazie alle forze dell’ordine, grazie a tutti per l’affetto dimostrato”. Il servizio integrale andrà in onda su canale 5 lunedì sera.

Vedi anche

Mille bambini senza cure nel salernitano, Imma Vietri: «Istituzioni incapaci»

Cure riabilitative negate a oltre mille bambini nella provincia di Salerno: «Le Istituzioni non possono …

Clan e affari, Salerno “capitale” della mala

Peggio di Catania e Brindisi. Secondi a Reggio Calabria, che guida la classifica, Crotone, Napoli …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Shares

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi e Accetta