Operazione Avalanche, a Capaccio-Paestum un’opera monumentale per fare memoria

OPERAZIONE AVALANCHE, A CAPACCIO PAESTUM UN’OPERA MONUMENTALE PER FARE MEMORIA. 

Il progetto è ideato dall’artista Franco Palmentieri e si chiama “Avalanche 43 – La storia viene dal mare”. A sostenerlo, autorità civili e militari del Texas.  

“Avalanche 43 – La storia viene dal mare”: si chiama così il progetto ideato e promosso dall’artista Franco Palmentieri, e sposato dall’amministrazione comunale di Capaccio Paestum, per fare memoria dello sbarco dei soldati della 36° Divisione di Fanteria “Texas” avvenuto sulle spiagge di Capaccio Paestum il 9 settembre 1943. Il progetto consiste nella realizzazione di un’opera monumentale da realizzarsi nell’area demaniale marittima, nelle vicinanze del Bunker tedesco in località Licinella, nel punto del litorale in cui lo sbarco americano trovò il suo primo approdo. L’opera rievocherà scene dello sbraco oltre a rappresentare la Pietas e l’Humanitas.

Il progetto ha già ottenuto il pieno riconoscimento morale e istituzionale delle autorità civili e militari dello Stato del Texas. Le autorità texane, infatti, ritengono che “Avalanche 43” possa creare un ponte tra la Città dei Templi e la loro realtà. In particolare con la città di Austin, che ospita il Museo militare del Texas a Camp Mabry. Con la Risoluzione numero 92 del 2019, il City Council di Austin riconosce i legami storici con la Città di Paestum e sostiene il progetto che tributa «agli eroici soldati della 36° Divisione del Texas l’acclamazione che meritano». L’operazione Avalanche, infatti, fu guidata proprio dalla divisione di fanteria texana, che subì oltre 3.000 morti.

«L’Operazione Avalanche è stata una delle più grandi operazioni anfibie delle forze alleate durante la seconda guerra mondiale, un’operazione per numeri e importanza storica non inferiore al D-Day in Normandia. Nonostante tutto, rimane un evento storico ancora poco conosciuto – dichiara il sindaco Franco Alfieri – Con la realizzazione dell’opera monumentale dell’artista Franco Palmentieri vogliamo fornire una memoria storica dell’importantissimo sbarco, evidenziare la centralità del litorale di Capaccio Paestum in quell’operazione, rendere omaggio al ruolo chiave svolto dalla 36° divisione di fanteria del Texas nella lotta contro il fascismo e il nazismo. L’opera sarà un monumento al valore della libertà, al sacrificio per la sua conquista e un promemoria per le giovani generazioni, perché non si ripetano più le aberrazioni delle dittature fascista e nazista».

Vedi anche

Centola: Palinuro, il nocchiero di Enea. Bando di concorso pubblico

Il Comune di Centola in collaborazione con il PNDCVDA, istituisce il bando di concorso pubblico: …

Corrado (Senato Gruppo Misto – Commissione Cultura) – Visita al Parco Archeologico di Paestum e Velia

Corrado (Senato Gruppo Misto – Commissione Cultura) – Visita al Parco Archeologico di Paestum e …

lascia un commento

Shares

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi e Accetta