Mascherine e visiere non a norma, maxi sequestro a Vallo della Lucania

Diciottomila pezzi, tra mascherine e visiere protettive per difendersi dal contagio Covid-19, sono stati state sequestrate dalla Guardia di Finanza del Comando provinciale di Salerno. L’operazione è scaturita da controlli effettuati in due negozi di Vallo della Lucania, dove i finanzieri hanno notato che le attestazioni di conformità delle visiere in plastica e delle mascherine sono risultate poco chiare, come anche il marchio CE apposto sui dispositivi di protezione. Gli ulteriori approfondimenti hanno evidenziato che i dispositivi messi in vendita non avevano le caratteristiche tecniche necessarie per la protezione. Le attestazioni esibite dai negozianti sono risultate del tutto false. L’esame della documentazione contabile ha permesso ai finanzieri di Salerno di risalire ai fornitori, due società della provincia di Napoli, dove è scattato il sequestro dei 18mila dispositivi. In tutto sono 9 le persone responsabili, tutte denunciate per frode in commercio. Rischiano fino a 2 anni di reclusione o la multa fino a 2.065 euro.

Vedi anche

A Vibonati si insedia la nuova Giunta Brusco. De Filippo e Giudice dalla Maggioranza a Gruppo di Opposizione

È stata costituta formalmente ieri mattina, presso l’aula Consiliare del Comune di Vibonati, la nuova Giunta targata Brusco. Un …

A Cetara spiaggia libera gratuita, ma con prenotazione obbligatoria su Facebook

L’ingresso dal 2 giugno è gratuito ma per accedere all’arenile occorre prenotarsi attraverso Facebook. E’ …

lascia un commento

Shares

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi e Accetta