Ultime Notizie

Marina di Camerota: oggi si festeggia San Domenico

Seppur in tono minore causa emergenza Covid e senza la tradizionale processione offertoriale che affolla le vie della cittadina costiera cilentana, Marina di Camerota si è svegliata a festa in onore di San Domenico di Guzmán suo Santo Patrono. Ogni anno il 4 agosto a Marina di Camerota si festeggia una ricorrenza molto sentita dagli abitanti e che attira migliaia di persone desiderose poi di assistere allo spettacolare ed emozionante evento dei fuochi pirotecnici sul mare. Ieri sera in Piazza San Domenico si è tenuto il concerto di Piera Lombardi. Oggi le Sante Messe a partire dalle 06:30, 08:30 e alle ore 19:00 su CilentoTV canale 607 del digitale terrestre andrà in onda la Santa Messa celebrata da Don Gianni Citro. In serata si terrà il concerto bandistico de “La grande Banda del Cilento” a cura del Maestro, direttore e concertatore Nicola Pellegrino e alle ore 24:00 la chiusura con il tradizionale spettacolo pirotecnico della ditta Carmine Senatore da Cava de’ Tirreni.
SAN DOMENICO, IL PREDICATORE CHE SCONFISSE GLI ERETICI COL ROSARIO
Nato nel 1170 a Caleruega, un villaggio montano della Vecchia Castiglia (Spagna), si distinse fin da giovane per carità e povertà. Convinto che bisognasse riportare il clero a quella austerità di vita che era alla base dell’eresia degli Albigesi e dei Valdesi, fondò a Tolosa l’Ordine dei Frati Predicatori che, nato sulla Regola agostiniana, divenne nella sostanza qualcosa di totalmente nuovo, basato sulla predicazione itinerante, la mendicità (per la prima volta legata ad un ordine clericale), una serie di osservanze di tipo monastico e lo studio approfondito. San Domenico si distinse per rettitudine, spirito di sacrificio e zelo apostolico. Le Costituzioni dell’Ordine dei Frati Predicatori attestano la chiarezza di pensiero, lo spirito costruttivo ed equilibrato e il senso pratico che si rispecchiano nel suo Ordine, uno dei più importanti della Chiesa. Sfinito dal lavoro apostolico ed estenuato dalle grandi penitenze, il 6 agosto 1221 muore circondato dai suoi frati, nel suo amatissimo convento di Bologna, in una cella non sua, perché lui, il Fondatore, non l’aveva. Gregorio IX, a lui legato da una profonda amicizia, lo canonizzerà il 3 luglio 1234.
Omar Domingo Manganelli

Vedi anche

Coronavirus Campania, 295 positivi su 5592 tamponi effettuati

COVID-19, IL BOLLETTINO ORDINARIO DELL’UNITÀ DI CRISI DELLA REGIONE CAMPANIA Questo il bollettino di oggi: …

Legambiente “Basta con la Campania della paura. Numeri inquietanti: 57 eventi estremi dal 2010 a oggi, tra cui 22 danni da trombe d’aria”

“Due giorni di vento forte e pioggia intensa mandano la Campania sott’acqua. Nella nostra regione …

lascia un commento

Shares

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi e Accetta