Ultime Notizie

Marina di Camerota: a Cala del Cefalo prima schiusa nido di tartarughe caretta caretta

Sono le ore 21.00 circa del 9 agosto. Il tanto atteso momento della prima schiusa di uova al nido di tartarughe Caretta Caretta sulla spiaggia di Cala del Cefalo a Marina di Camerota e’ arrivato. Sono 54 le tartarughine che ieri notte hanno preso il largo. Le prime due a raggiungere il mare sono state chiamate Odissea e Nessuno. Tanta l’emozione dei presenti per questo evento che ha visto di nuovo il territorio di Marina di Camerota raccontare un inno alla vita. Presenti i volontari e i biologi della stazione zoologica A. Dhorn che hanno presidiato il nido per oltre cinquanta giorni e hanno fatto si che le piccole tartarughine potessero raggiungere il mare in modo naturale. La biologa Sandra Hochscheid insieme ad altri collaboratori ha eseguito le varie operazioni di monitoraggio sui piccoli esserini che subito dopo hanno iniziato a percorrere, da sole e naturalmente, il lungo corridoio transennato con il solo aiuto di una luce. Il percorso è stato lungo ed anche un pò difficile per le piccole tartarughe visto il cattivo tempo che ha reso buio l’orizzonte marino. Tra stanotte e domani notte è prevista una seconda schiusa. Sul posto si sono subito ritrovati quanti hanno collaborato a questo evento eccezionale, primo fra tutti il signor Carmine che circa due mesi fa, mentre pescava, si è accorto della presenza di mamma tartaruga. Presenti all’evento il delegato all’ambiente del comune di Camerota Ciro Troccoli, il sindaco di Camerota Antonio Romano, Giuseppe Petrillo che, per tutti questi giorni, ha coordinato i gruppi di volontariato ed ha affiancato i biologi in questo lungo lavoro di monitoraggio. guarda l’interviste a Cala del Cefalo    guarda il video delle tartarughe a Cala del Cefalo

Vedi anche

I numeri dell’estate a Paestum e Velia: il sito archeologico di Velia fa + 59% di visitatori

Il sito archeologico di Velia ha registrato un’estate da record nonostante l’emergenza sanitaria, con un …

Cattedre vuote: mancano ancora 231 supplenti nel Salernitano. Polemiche sui test

Sono ancora 231 le cattedre vuote nel Salernitano a poco meno di due settimane dall’avvio …

lascia un commento

Shares

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi e Accetta