Home / Turismo / L’Aeroporto di Salerno potrebbe aggiungere Cilento al nome Costa d’Amalfi

L’Aeroporto di Salerno potrebbe aggiungere Cilento al nome Costa d’Amalfi

Aggiungere la dicitura “Cilento” alla denominazione dell’aeroporto di Salerno, a fini promozionali. A chiederlo è Vittorio Sangiorgio, presidente di Coldiretti Salerno, che ha dichiarato: «il marchio Cilento è uno strumento utile per migliorare il posizionamento della destinazione turistica nei mercati nazionali e internazionali e per qualificare ulteriormente l’offerta agroalimentare locale». Una iniziativa che potrebbe risultare un toccasana per l’economia cilentana. Un territorio di ineguagliabile bellezza, Il Cilento, ma che stenta a decollare per la mancanza di una adeguata promozione. Accostare il nome Cilento all’aeroporto di Salerno, sperando che lo stesso possa trovare lo sviluppo che tutti auspicano, potrebbe significare riuscire davvero a dare lo slancio in termini economico-turistico che da tempo il territorio si attende. «Il Cilento – secondo Sangiorgio – può attrarre diecimila nuovi giovani imprenditori se il Parco nazionale , con la dieta mediterranea, afferma il suo ruolo di più grande distretto del cibo italiano». L’aeroporto di Salerno nasce nel 1926 come campo di fortuna creato dal genio aeronautico, dal 1929 viene utilizzato dal 20º Stormo Aeroplani da Ricognizione comandato dal colonnello pilota Mario Martucci, al quale, dopo la sua morte avvenuta nel 1933, sarà intitolato inizialmente lo scalo. Nel 2007 l’aeroporto è stato adeguato per sviluppare il traffico civile su larga scala, con quattro banchi check-in, due aree di imbarco, nastri bagagli e sale d’aspetto. La pista, che dispone del sistema radiofaro VOR, di radioassistenza VDF e di un sistema luci e apparecchiature per semplificare le manovre di atterraggio, è stata allungata per un totale di 1 654 m. I voli di linea sono iniziati nel 2008, con la compagnia VolaSalerno che ha operato dal 2 agosto 2008 al 18 dicembre 2008, seguita dal 27 luglio 2009 al 7 maggio 2010 dalla compagnia Air Dolomiti. Dal 1º dicembre 2010 al 23 marzo 2012 ha poi operato la compagnia Alitalia.Dal giugno 2012 a ottobre 2012 hanno operato le compagnie Skybridge AirOps, Air Dolomiti, Danube Wings. Dalla primavera 2016 lo scalo è utilizzato dalla Medavia per una serie di charter stagionali. Dal 2017 la Gesac, Società di gestione dell’Aeroporto Internazionale di Napoli Capodichino, sta lavorando alla creazione di una rete integrata di aeroporti campani. Si punta a dirottare sull’aeroporto di Salerno diversi voli di linea per fronteggiare l’affollamento dell’aeroporto di Napoli in costante crescita; tale soluzione potrebbe permettere di superare la cattiva gestione del Costa d’Amalfi degli ultimi anni. (Amalfi Notizie)

Vedi anche

Costa Paestum-Alicost, siglata a Rimini partnership per la promozione turistica

Sottoscritto a Rimini, nel corso del TTG Travel Experience, un accordo di partnership tra l’Istituzione …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Shares

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi e Accetta