Home / Politica / La Regione lavora al progetto dell’importante asse viario: Autostrada Cilento-Adriatico

La Regione lavora al progetto dell’importante asse viario: Autostrada Cilento-Adriatico

La creazione di un collegamento tra Agropoli e il Cilento con l’Adriatico: è questo uno degli obiettivi strategici della Regione Campania, assieme al prolungamento dell’alta velocità. Un piano annunciato dal governatore Vincenzo De Luca in occasione della presentazione del masterplan dell’aeroporto internazionale Salerno Costa D’Amalfi. Il presidente della Giunta regionale ha elencato gli altri punti fondamentali della rete infrastrutturale su cui punta la Regione: «Un disegno che tiene dentro anche la prosecuzione dell’Alta velocità, l’ammodernamento della Napoli-Bari, la modernizzazione della ferrovia Salerno-Avellino-Benevento, il collegamento autostradale tra Agropoli-Cilento e la dorsale adriatica in maniera trasversale».
Dal Cilento interno verso l’Adriatico. L’idea non è nuova ma tra stop dei lavori nell’avellinese e le proteste nel Salernitano non l’avevano mai concretizzata. Nelle opere strategiche nazionali, infatti, sono previsti i corridoi trasversale e dorsale appenninica, asse Nord-Sud Tirrenico-Adriatico: Lauria-Contursi-Grottaminarda-Termoli-Candela, collegamento A2 (da Contursi) – Strada statale 7var (a Lioni) – A16 (a Grottaminarda) – A14 (a Termoli). La strada a scorrimento veloce Lioni – Grottaminarda costituisce il completamento del collegamento tra l’A16 Napoli-Bari e l’A3 (oggi A2) Salerno-Reggio Calabria, in buona parte già realizzato nel tratto Contursi-Lioni-Sant’Angelo dei Lombardi e rientra nel più ampio itinerario che da Contursi Terme, lungo l’autostrada A2, raggiunge Lioni con la Strada statale 691, nota anche come “Fondo Valle Sele”, e prosegue fino a Grottaminarda. Con la conversione in legge a giugno del decreto “sblocca cantieri”, la competenza su questa strada avellinese è passata dal Ministero per le Infrastrutture alla Regione Campania che dovrà provvedere al completamento della Lioni-Grottaminarda, nel tratto Collegamento A2 (Contursi)-SS 7var (Lioni)- A 16 (Grottaminarda) – A14 (Termoli). Qui, il presidente della commissione regionale Lavori pubblici e Trasporti, Luca Cascone, sta lavorando per superare i problemi legati alle spettanze vantate dai consorzi che hanno operato finora, nella speranza che possano ripartire a breve i lavori fermi da sette mesi.
La bretella cilentana. Riprende vita dunque il collegamento dell’asse da Contursi all’Adriatico verso Agropoli. Un’opera ritenuta strategica per la fascia costiera salernitana e per togliere dall’isolamento molti comuni interni del Cilento ma avversata da alcuni sindaci della Piana del Sele che temono di essere tagliati fuori dai grandi flussi di traffico. Ecco perché, il sottolineare quest’opera, all’interno di un discorso sulle opere strategiche della Campania, davanti a relatori e un uditorio qualificato da parte del governatore De Luca ha suscitato un interesse notevole. In pratica sarà possibile collegare direttamente il Cilento a Bari e a tutta la dorsale adriatica. La strada veloce tra l’A2 e la variante alla Ss 18 ad Agropoli, che parte dallo svincolo di Eboli-Campagna è lunga oltre 32 chilometri, e attraversa i comuni di Agropoli, Capaccio, Albanella, Altavilla Silentina, Serre ed Eboli. Sette gli svincoli, quattro quelli del tutto nuovi. Cascone ha assicurato che l’Anas è a lavoro per la progettazione. La realizzazione della bretella eviterebbe le note code estive per raggiungere le mete turistiche cilentane ma serve anche tutto l’anno per i residenti che raggiungerebbero l’autostrada, risparmiando decine di chilometri. De Luca ribadisce, quindi, l’idea del collegamento Cilento-Campagna-Contursi inserendolo nello strategico asse che dalla città delle terme va verso e la dorsale appenninica e quindi l’Adriatico, facendogli assumere una portata notevole. Le proteste dei sindaci della Piana del Sele contro questo progetto, con la dichiarazione del governatore De Luca, sembrano superate dalla volontà della Regione di voler costruire il collegamento Tirreno-Adriatico via Cilento che rientra nella strategia complessiva della mobilità e delle infrastrutture della Campania, specie ora che Palazzo Santa Lucia ha la competenza anche sulla realizzazione della strada Lioni-Grottaminarda.(LA CITTA)

Vedi anche

Dal 1 settembre il bando per studiare all’estero

E’ disponibile sul sito di Intercultura (www.intercultura.it) il nuovo bando di concorso per trascorrere un …

Turista morto, boom app Where are U. In Lombardia ieri l’hanno scaricata in quasi 19mila

(ANSA) – MILANO, 21 AGO – Dopo la morte del turista francese Simon Gautier nel …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Shares

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi e Accetta