Ultime Notizie

Inchiesta Kamaraton, l’ex sindaco Romano: «Se succede qualcosa la colpa è del morto…»

CAMEROTA – Prenderanno il via la settimana prossima, dinanzi al gip del tribunale di Vallo della Lucania, gli interrogatori di garanzia degli ex amministratori e degli ex funzionari del Comune di Camerota coinvolti nell’inchiesta “Kamaraton”. Intanto, dalle pagine dell’ordinanza cautelare firmata dal gip Sergio Marotta, continuano ad emergere particolari inquietanti. Dalle pagine dell’ordinanza emerge inoltre come l’associazione, capeggiata dal sindaco Romano e dal suo braccio destro Antonio Troccoli, utilizzasse le società partecipate del Comune come vere e proprie banche da cui attingere denaro in ogni occasione, consentendo agli indagati «Il conseguimento di enormi vantaggi – spiega il gip – quali ad esempio l’effettuazione di pagamenti agli imprenditori amici, anche quando costoro sono privi del Durc o peggio ancora non sono nemmeno destinati di affidamenti formali» ma anche «il pagamento di spese non riconducibili a finalità pubblicistiche. Il tutto, ovviamente – tiene a precisare il gip – in costanza di una sistematica elusione dei principi in tema di evidenza pubblica, di trasparenza e di imparzialità dell’azione amministrativa». Nel caso della società “La Calanca” che gestiva i parcheggi comunali, gli indagati avevano addirittura pianificato una strategia per far ricadere la colpa sull’ex ragioniere deceduto Elia Garone. «Questi vengono (i carabinieri), quando andranno a dire chi ti ha ordinato questo e chi di ha ordinato questo.. io che cosa gli dico?», si domanda Giancarlo Saggiomo, all’epoca dei fatti presidente della società “La Calanca”. «Dici Elia, tanto è morto…» risponde il sindaco. «Era consapevole…» aggiunge il consigliere Ciro Troccoli. E il sindaco: «No, ma è una salvezza perché è morto…». Insomma amministratori senza scrupoli. (LA CITTA DI SALERNO)

Vedi anche

San Giovanni a Piro. Medico indagato per truffa all’anziana. L’Avv. Maldonato: “accuse prive di fondamento”

San Giovanni a Piro. Medico indagato per truffa all’anziana. L’Avv. Maldonato: “accuse prive di fondamento”. …

Attentato in Congo, Di Maio: “Attanasio e Iacovacci vittime di vile agguato”

Sono stati vittima di un “vile agguato, che ha stroncato le loro giovani vite e …

lascia un commento

Shares

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi e Accetta