Firmata la convenzione con la Fondazione Bellonci: Capaccio Paestum sarà uno dei luoghi del Premio Strega

Doppio appuntamento con la cultura nella Biblioteca Erica di piazza Carlo Santini: nell’ambito dell’evento “Viaggiatori di parole”, è stata inaugurata stasera la mostra Dorico di mare 2013-2021 e, contestualmente, è stata firmata la convenzione tra il Comune di Capaccio Paestum e la Fondazione Bellonci.

La mostra Dorico di mare, divenuta Dorico di mare 2013-2021, che raccoglie opere di Sergio Vecchio e di altri 31 artisti, è ora collocata all’interno della biblioteca comunale. Insieme alla pubblicazione dello speciale monografico “Sergio Vecchio. Viaggiatore senza tempo”, vuole essere un omaggio della città dei templi alla memoria del poliedrico artista di Capaccio Paestum.  L’evento, introdotto da Anna Maria Vitale, responsabile Progetto Biblioteca Digitale, e dai saluti di Maria Antonietta Di Filippo, vicensindaco e assessore alla Cultura del Comune di Capaccio Paestum, ha registrato gli interventi di Alfonso Andria, consigliere di amministrazione del Parco Archeologico di Paestum e Velia, e di Bruna Alfieri, moglie di Sergio Vecchio.

Nel corso della manifestazione è stata firmata la convenzione tra il Comune di Capaccio Paestum e la Fondazione Bellonci. Con la convenzione, sottoscritta dal sindaco Franco Alfieri e dal presidente della Fondazione Bellonci, Giovanni Solimine, si è avviato un percorso triennale di collaborazione che fa della Biblioteca Erica e della Città di Capaccio Paestum uno dei luoghi del Premio Strega per i prossimi anni.

«Vedere in questi giorni diversi ragazzi studiare nella nostra biblioteca e ricevere l’apprezzamento di quanti, stasera, hanno partecipato all’evento, è per noi una grande soddisfazione – afferma il sindaco Alfieri – Soprattutto, siamo fieri di aver sottoscritto proprio nella biblioteca comunale, da oggi sede anche della mostra Dorico di mare 2013-2021, una convenzione con la Fondazione Bellonci per fare della nostra Città un presidio del Premio Strega. È il segno di come arte contemporanea e letteratura si fondano a dimostrazione del legame di Capaccio Paestum con ogni forma di espressione artistica».

«Apprezzo molto la coerenza dell’amministrazione comunale di Capaccio Paestum – dichiara il presidente Solimine – che si muove secondo una strategia diversificata, rilanciando i servizi di biblioteca sia nella forma tradizionale che digitale, promuovendo l’incontro dei cittadini con gli autori finalisti del Premio Strega, organizzando la mostra delle opere di Sergio Vecchio e altri artisti. Solo una politica culturale di così ampio respiro può produrre sul territorio una crescita culturale significativa».

Vedi anche

L’Associazione Tuttinsieme annuncia la quinta edizione del “Premio Inula”

Autori da tutta Italia a Marina di Camerota per il Premio Inula, la premiazione si …

A Sanza un sistema QR code istallato lungo gli itinerari ed i percorsi culturali.

Scoprire gli angoli più interessanti ed i monumenti più importanti del borgo grazie ad un …

lascia un commento

Shares

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi e Accetta