Ultime Notizie

Ente Parco del Cilento,Vallo di Diano e Alburni, Tommaso Pellegrino lascia

Dunque l’annuncio è arrivato. Il presidente del Parco del Cilento tra qualche giorno lascerà l’incarico al Parco. Eletto in Consiglio regionale della Campania, anche se il mandato è in scadenza la prossima primavera. Dunque la politica ora è impegnata nel’individuare il prossimo presidente dell’area protetta.  Va detto che la carica di Presidente del Parco non è incompatibile con quella di Consigliere regionale, tuttavia, per una questione di opportunità politica, ma anche per rispetto istituzionale, Pellegrino quindi lascia  momentaneamente l’Ente nelle mani dell’attuale vicepresidente Cono D’Elia, fino a nuova nomina. A scegliere il nuovo presidente sarà il ministro dell’ambiente in accordo però con il governatore della Campania De Luca.  Questo è un punto fermo che però rispetto alla precedente nomina di Pellegrino, oggi trova il potere contrattuale del Ministro Costa molto ridimensionato, rispetto a quanto poteva nel 2015 l’allora Ministro Galletti che dopo quasi due anni di commissariamento dell’Ente Parco designò il presidente Pellegrino, nomina poi condivisa dal Presidente De Luca.  Altro punto fermo è che il territorio non vuole in alcun modo imposizioni di personaggi che arrivino da lontano; insomma la formula dell’uomo del territorio funziona, come dimostrato dallo stesso Pellegrino, originario di Sassano, ed è la stessa che i sindaci ed i cittadini del Diano, degli Alburni e del Cilento si aspettano anche per il prossimo presidente dell’Ente. Dunque, innazitutto un politico, esperto di vita amministrativa, autorevole e riconosciuto dal territorio. Insomma un amministratore locale, senza dubbio. L’accordo politico dovrà tener conto degli equilibri tra i partiti del centrosinistra che sono la maggioranza tra gli amministratori del Cilento. La fa da padrona chiaramente la componente PD. E’ iniziata quindi l’interlocuzione, al momento molto celata e fatta di telefonate e di “ho sentito dire”. Intanto si organizzano le fila, si preparano le cordate. Si vagliano le posizioni già consolidate; le disponibilità. Al momento un unico pensiero accomuna tutti: nessuno sopporterebbe la nomina di ripiego per dare spazio a qualche “trombato” della politica. (Lorenzo Peluso – QUASIMEZZOGIORNO)

Vedi anche

Castellabate. Secondaria di I grado: rientro in classe il 1° febbraio. Screening per gli alunni delle medie e tutto ilpersonale scolastico

L’amministrazione comunale continua con le operazioni di screening per un rientro in sicurezza nell’Istituto Comprensivo …

Agropoli. Continuano le operazioni di salvaguardia e tutela dell’area Trentova-Tresino. Ripuliti i sentieri dai rifiuti

Le guardie ambientali del N.I.T.A., in virtù dell’accordo siglato con il Comune di Agropoli, dopo …

lascia un commento

Shares

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi e Accetta