Elezioni Regionali 2020. Gruppo Misto Camerota: Tiriamo le somme di questa “Caporetto” regionale

Riceviamo e pubblichiamo il Comunicato Stampa del Gruppo Misto Camerota.
Trascinati nuovamente nella discussione, siamo costretti a fare alcune doverose precisazioni in ordine a quanto avvenuto prima, durante e dopo le elezioni regionali.
L’avevamo anticipato nei giorni scorsi e così è stato: un gioco puerile delle “tre carte” da parte di chi ormai ha perso contatto con la realtà ed il territorio che amministra.
Tutti ricorderete che sono stati organizzati ben tre comizi pubblici dal Gruppo Terradamare, finalizzati ad una serrata campagna elettorale per l’On. Luca Cascone, il candidato da “premiare” per i finanziamenti regionali erogati al Comune di Camerota: i cittadini sono stati invitati più volte a mettere da parte idee e colori per indicare sulla scheda elettorale quel nome.
Ebbene, a fronte di 2219 voti espressi in favore del Presidente De Luca, le preferenze nella lista provinciale collegata a De Luca, per l’On. Cascone sono state solo 371.
Altro che straordinario, il risultato è scioccante!
I soliti “illusionisti” della politica locale, fermandosi in superficie, vorrebbero far credere alla popolazione di aver centrato l’obiettivo, di aver portato a casa il risultato. Ma l’analisi del voto è cosa seria, addirittura scientifica per alcuni aspetti, non basta dire di essere soddisfatti a prescindere con una operazione di marketing politico dei più scadenti. Qua nessuno è fesso, direbbe Totò. Noi, come pure i cittadini di Camerota di cui di continuo offendete l’intelligenza pensando di buttargli fumo negli occhi, i numeri li sappiamo leggere!
L’On. Cascone, infatti, è stato sostenuto dall’intera amministrazione comunale: Sindaco, Assessori, Consiglieri comunali e Consiglieri politici delegati.
Ebbene sì, l’intera amministrazione comunale che, soli tre anni fa, aveva conseguito ben 2018 voti di preferenza, oggi, su 3281 persone che si sono recate alle urne, è riuscita a portare a casa solo 371 voti, compresi i loro!
Solo l’11% dei votanti ha deciso di dargli fiducia!
Un vero e proprio scivolone, un finale ad un passo dal baratro.
Né ci si venga a dire che il risultato è “straordinario”, semplicemente perché il territorio comunale da sempre è di centro destra.
Già nel 2015, infatti, il Presidente De Luca, con voto trasversale, si era affermato nel Comune di Camerota.
Il risultato non è “straordinario” neppure considerando i voti conseguiti a livello locale dall’On. Picarone (154) e dall’On. Matera (238), non solo come valore specifico, ma anche perché, come tutti sanno, sostenuti da forze diverse rispetto a quella propria dell’amministrazione comunale.
Pensate davvero che chi faccia politica da anni a livello regionale e nazionale non sappia leggere i dati e trarne le conseguenze?
Stucchevole e deprimente è anche l’idea provocatoria lanciata dai soliti “supporter” che, senza analizzare con obiettività il dato elettorale, almeno per quello che interessa le vicende camerotane, hanno associato al Gruppo Misto il voto negativo conseguito dal M5S (82), al solo fine di distogliere l’attenzione dei cittadini da quanto successo.
Il Gruppo Misto Camerota non è il M5S locale, né ha dato indicazioni di voto in tal senso, come tutti sanno.
Del M5S facciamo nostra la voglia di trasparenza e legalità, ossia quei principi ed ideali che avevamo già posto come condizione essenziale per la candidatura nel Gruppo Terradamare e che non abbiamo mai rinnegato.
I nostri elettori, a differenza di altri, non sono stati vessati da richieste di voto, sono stati lasciati liberi di esprimere la propria preferenza per i candidati al Consiglio Regionale, senza vincoli di appartenenza.
Fatte queste doverose precisazioni, non pensate che il nostro sia un invito di circostanza, stiamo ancora aspettando di conoscere luogo, data ed ora dell’incontro pubblico. Capiamo i vostri eccellenti e numerosi impegni ma un piccolo ritaglio di tempo nella vostra fitta agenda sicuramente riuscirete a trovarlo, non tanto per noi ma per i cittadini che chiedono l’incontro.
Perché verrete, vero? (Comunicato Stampa – Gruppoo Misto Camerota)

Vedi anche

M5S, Cirillo: “Covid, Regione tuteli i volontari che assistono i senzatetto”

La richiesta del consigliere regionale in una lettera al presidente De Luca: “Nuovi spazi di …

Agropoli. Apre al pubblico la Fornace: all’interno il museo storico di Archeologia Industriale e il museo “Acropolis”.

La Fornace di Agropoli prende vita. Lo spazio culturale sito tra via Primo Maggio e …

lascia un commento

Shares

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi e Accetta