Ultime Notizie
Home / Politica / Crisi politica a Camerota. Calicchio: “L’arroganza, la prepotenza, le urla non fanno parte dello stato democratico”

Crisi politica a Camerota. Calicchio: “L’arroganza, la prepotenza, le urla non fanno parte dello stato democratico”

Riceviamo e pubblichiamo la nota del vice Sindaco Francesco Calicchio, del consigliere all’Ambiente Josè Rafael Saturno e della delegata alle Politiche Sociali Sara Pellegrino protocollata al Comune di Camerota  via PEC il 7 agosto 2019 alle ore 3.15 Prt.Gen. 0015074/2009. 

Gentile Presidente del Consiglio e Consiglieri,
vivendo ormai da tanto una situazione di disagio politico-amministrativa, ulteriormente peggiorata
negli ultimi mesi, abbiamo scelto di essere “assenti” quale manifestazione democratica di dissenso.

Riteniamo opportuno però inviarVi questa breve nota, che chiediamo alla Presidente di leggere ed
al Segretario Comunale di allegare agli atti del Consesso del 7 agosto 2019, per spiegare, seppur
sommariamente, le motivazioni del nostro dissenso, consapevoli che potranno anche non essere
condivise e suscitare critiche, assolutamente legittime, ma di certo non intendono promuovere
polemiche faziose con chicchessia.

L’esperienza politica vissuta ci ha insegnato ad ascoltare maggiormente le persone, a parlare coi
cittadini ed a vivere compiutamente i loro problemi.
E di volti, di storie, di occhi e di voci ne abbiamo incontrati tanti.
Abbiamo imparato ad apprezzare una Camerota viva, bellissima, positiva, che non vuole
arrendersi, che vive problematiche complesse e che vuole solo un’opportunità per farcela.
Abbiamo avuto l’onere e l’onore di conoscere dall’interno la macchina amministrativa e le enormi
difficoltà che la riguardano e rallentano.

Ogni Consigliere delegato, col supporto del sindaco, ha svolto con abnegazione, diligenza e senso
di responsabilità il proprio lavoro.
Come del resto abbiamo fatto noi nelle deleghe o negli incarichi che ci sono stati conferiti.
A poco più di due anni dal nostro insediamento, infatti, abbiamo finalmente una raccolta dei rifiuti
efficiente e con una percentuale di differenziata altissima; oggi abbiamo strade pulite grazie ad una
corretta e puntuale esternalizzazione del servizio, ma non va dimenticato il periodo in cui, proprio
per assicurarlo, siamo stati costretti a “scendere per strada” insieme a tanti volontari; adesso gli
anziani ed i bisognosi ricevono tutto il supporto necessario per districarsi tra le misure di contrasto
alla povertà, alla diseguaglianza ed all’esclusione; è stato istituito il banco alimentare per le
famiglie in stato di necessità; sono state impiegate ore ed ore di lavoro per la preparazione della
ludoteca comunale; sono stati elaborati e poi approvati, tra gli altri, i nuovi regolamenti comunali
sulle entrate tributarie, oltre alla rottamazione delle cartelle; c’è stata una forte riduzione del
contenzioso con la contestuale risoluzione di problemi atavici, come ad esempio per il caso
Scavetta; è stata elaborata, approvata e sottoscritta la nuova Convenzione per la lottizzazione
Castello di Marina di Camerota; sono stati migliorati sin dalle prime settimane di mandato i
rapporti con i vertici CONSAC, grazie ai quali è stato più semplice superare la crisi idrica nei
paesi dell’entroterra, senza dimenticare anche qui di essere fisicamente “scesi per strada” nel
momento critico, per fornire ai cittadini il servizio con l’ausilio di autobotti; è stata riattivata
inoltre la pompa che permette l’erogazione dell’acqua nella zona Buico, così come è stata sostituita
la rete idrica in amianto a Lentiscosa; è in fase di realizzazione, poi, il secondo Pozzo di Licusati e
si stanno acquisendo le manifestazioni d’interesse dei residenti di zona per modificare e rendere
più efficiente il progetto dell’acquedotto per le località Marco, Asciania e Teano; sono state seguite
ed approvate altre progettualità da finanziare, come per le aree parcheggio a Camerota capoluogo,
il campo sportivo in erba sintetica, Piazza Monumento, Santa Maria e Piazza San Vincenzo; è stato
proposto un concorso di idee per acquisire nuovi progetti di riqualificazione dei centri storici
comunali.
Sono in corso di perfezionamento, poi, la Perizia di Variante di Piazza Castello, quella relativa a
Palazzo Salerno ed il PUC, da completare ed approvare entro fine anno.
A breve infine, con le indennità corrisposte per la carica di vicesindaco/assessore, sarà
riqualificato un parco giochi ed asfaltata una strada, senza tener conto delle somme già impiegate
per interventi di piccola manutenzione.

Anche alla luce degli enormi sforzi fatti finora e dell’esperienza maturata, ci piacerebbe pertanto
poter continuare a dare il nostro contributo concreto in un clima disteso, sereno e costruttivo,
senza subire comportamenti che tendono a sfavorire in maniera selettiva le persone.
Per creare opportunità e superare i problemi, trovare punti in comune ed intraprendere azioni
concrete e partecipative, serve quindi una politica unita sotto il segno del bene comune e nel
rispetto degli uomini e delle professionalità.

Siamo fermamente convinti, infatti, che l’arroganza, la prepotenza, le urla e le censure non fanno
parte dello stato di diritto democratico ed è pertanto nostro dovere chiedere ed ottenere una chiara
ed equilibrata condotta amministrativa, che agevoli e favorisca l’unità politica.
Né serve, d’altra parte, denigrare in privato o diffamare in luoghi pubblici chi la pensa
diversamente: in questo modo non si fa altro che screditare se stessi, offendere il voto popolare ed
allontanare la gente dalla politica.
Si crea così un contesto di disaffezione, si promuove e alimenta un sentimento di odio verso l’altro,
quasi ci fosse in noi una sorta di ricerca velenosa per colpire “l’avversario” sul piano personale e
non su quello politico: una cosa è il confronto, anche duro ed acceso, altra cosa è il tentativo di
demonizzare chi manifesta idee e modi di fare differenti.
Chi ci conosce sa che non ha mai albergato in noi questa forma di sentimento deteriore, perché
genera cattiveria, astio.

È tempo di riflettere, dunque.
Il ruolo del Consigliere Comunale è importante, sia esso di maggioranza perché può lavorare
efficacemente per la comunità, sia di minoranza per una funzione non solo di controllo e stimolo
ma soprattutto a garanzia della libertà, del rispetto delle parti e della rappresentanza democratica.
Ogni Consigliere comunale ha potenzialità, qualità, competenze e professionalità che può e deve
mettere a disposizione della collettività per dare un maggiore impulso all’azione politico
amministrativa e per la crescita del territorio.
Ogni Consigliere comunale è stato eletto dal popolo sovrano e siede in codesto Consesso in Sua
rappresentanza, con pari dignità.

Sia chiaro. Non vogliamo contrattare poltrone, né abbiamo interessi personali da difendere. Non
intendiamo ritornare ad un’era politica che ha prodotto solo danni.
Ci piace volare alto, confrontarci sulle idee. Spetta invece ad altri metterci nelle condizioni di
poterle realizzare.
Ad ogni modo, che piaccia o meno, continueremo a svolgere con lo stesso spirito di abnegazione il
nostro ruolo, in qualsiasi forma si rendesse necessaria e nel rispetto dei tanti cittadini che ci hanno
onorato del loro voto di preferenza e con i quali abbiamo siglato il nostro patto d’onore.

Certamente nessuno potrà toglierci gli attestati di stima incondizionata che riceviamo e l’orgoglio
e la soddisfazione di aver condotto un percorso amministrativo con la generosità, la correttezza e
l’onestà che da sempre hanno contraddistinto la nostra vita.

In conclusione, senza volerVi ulteriormente tediare e nella speranza che la ragione, il buon senso
ed il senso di responsabilità prevalgano sul resto, anche solo con una nota, ci teniamo a
comunicare di essere favorevoli all’approvazione dei seguenti punti all’ordine del giorno:
1. Ratifica variazione di bilancio avente ad oggetto finanziamento museo del mare. Variazione
approvata con deliberazione di Giunta Comunale n. 137 del 29.07.2019;
2. Ratifica variazione di bilancio di previsione finanziario 2019/2021, approvata con
deliberazione di G.C. n. 115 del 27.06.2019;
3. Salvaguardia degli equilibri di bilancio anno 2019 – art. 194 D.L.gs. n. 267/2000;
4. Approvazione DUP 2019/2021;
5. Nota dello sportello unico del cilento “SUAP Cilento”, contraddistinta dal protocollo
numero 4298 del 07 giugno 2019, assunta al protocollo generale del comune di Camerota
al numero 0011126/2019 in data 10 giugno 2019, recante ad oggetto “istanza in deroga
alle destinazioni d’uso del prg ai sensi dell’art. 14 del d.p.r. 380/01 per la realizzazione di
un impianto per il recupero di materiale da cantiere nel comune di Camerota. Richiedente:
Mastrolonardo Eunice. P. suap n. 3264/19. Richiesta di valutazioni preliminari da parte del
Comune”. Provvedimenti.

Camerota, lì 7 agosto 2019
Il Vicesindaco Il Consigliere Comunale La delegata alle Politiche Sociali
f.to Avv. Francesco Calicchio            f.to Sig. José Rafael Saturno            f.to Prof. Sara Pellegrino

Vedi anche

Provincia di Salerno. Il Presidente Strianese sul Cavalcavia sulla SR ex SS 267 nel Comune di Castellabate

Il dissesto strutturale che interessa il Cavalcavia sulla SR ex SS 267 posto al Km. …

Puliamo il mondo 2019, non solo rifiuti ed economia circolare in piazza contro i pregiudizi che inquinano il Paese

Legambiente dedica, anche quest’anno, una parte delle iniziative di Puliamo il Mondo all’abbattimento dei pregiudizi e delle tante …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Shares

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi e Accetta