Home / Ambiente / Comuni ricicloni 2019, Tortorella al primo posto in Campania  

Comuni ricicloni 2019, Tortorella al primo posto in Campania  

E’ Tortorella ancora una volta comune riciclone 2019. Il paese dell’entroterra del golfo di Policastro, secondo i dati presentati stamattina da Legambiente, ha superato il 99 per cento di raccolta differenziata. Numeri da record per il comune cilentano che conta 495 abitanti e da anni si attesta primo nella raccolta differenziata in Campania, quest’anno con il 99,12 per cento. Un primato che Tortorella ha già vissuto nel 2011 classificandosi primo tra i Comuni del Sud sotto i 10mila abitanti, nel 2012, nel 2014 e poi classificandosi primo assoluto in Italia nel 2016, e primo tra i Comuni con meno di 1000 abitanti nel 2017 e 2018. Segue Morigerati, secondo classificato, con il 92,55 per cento di raccolta differenziata. I riconoscimenti sono stati assegnati dal premio Comuni Ricicloni Campania 2019 di Legambiente questa mattina, nella sala Pessina dell’Università Federico II di Napoli. «Il nostro è un percorso che parte da lontano, quando dal 2003 con la nostra squadra decidemmo di fare la raccolta differenziata a Tortorella. – ha commentato il sindaco di Tortorella, Nicola Tancredi – Da subito si sono visti i risultati, grazie soprattutto al forte senso civico dei nostri concittadini, allo scrupoloso lavoro degli operatori ecologici e all’attenzione del responsabile del servizio. Ancora oggi, nonostante le problematiche esistenti in Campania siamo riusciti a mantenere alto l’indice di buona gestione dei rifiuti. Continueremo su questa strada, – conclude il primo cittadino – a breve con la messa in funzione della compostiera di comunità riusciremo ancora di più a migliorare la gestione e ad abbattere i costi che gravano sulla popolazione».

Vedi anche

Allarme sicurezza nel carcere di Salerno: interrogazione di Cirielli (FDI) a Bonafede

“Ho presentato un’interrogazione parlamentare al ministro della giustizia Alfonso Bonafede per conoscere quali provvedimenti legislativi …

“Necessario ridurre il gap infrastrutturale tra nord e sud”: il d.g. della Banca del Cilento commenta la Manovra 2020

“Va assolutamente avviato un percorso per ridurre quel gap infrastrutturale storico che c’è sempre stato …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Shares

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi e Accetta