Cardile di Gioi, ritorna TarantSud dal 7 al 9 agosto

Cinque paesi del sud gemellati in musica nello spirito del 1799.Musica, gastronomia, storia, tradizioni, artigianato. E’ un filo che viene da lontano quello che lega Cardile di Gioi (Salerno), Montepaone (Catanzaro), Orsara di Puglia (Foggia), Avigliano (Potenza). Nel 1799 lo spirito della Repubblica Partenopea e degli ideali rivoluzionari di libertà, uguaglianza e fraternità soffiò fin qui, in quattro paesi del Sud che festeggiarono nelle piazze la fine del dispotismo borbonico con balli, canti e l’installazione di alberi della libertà. Due secoli dopo, ancora una volta si innalzerà l’albero della libertà a simbolo della fierezza di un territorio orgoglioso di sé: l’appuntamento è a Cardile, nel Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni, il 7-8-9 agosto. La seconda edizione di “TantanSud”- Festival di musica popolare del Sud Italia – è organizzata dall’associazione “Martiri Riccio” di Cardile, che prende il nome di tre fratelli patrioti e animatori dei Moti risorgimentali cilentani del 1820-1828. Vicoli e viuzze del centro storico saranno animate per tre giornate da un vivace scambio interculturale nonché dal suono di tammorre, tamburelli, nacchere, chitarre e organetti. Agli stand con pannelli illustrativi e fotografici riguardanti la storia e le tradizioni dei centri gemellati si affiancheranno le performance di gruppi musicali emergenti ed affermati nella musica popolare delle quattro regioni, con postazioni fisse e itineranti. Parteciperano alla festa anche il centro neogemellato di San Filippo del Mela (Messina) nonché, a livello internazionale, Bedoin per la Francia e Cully per la Svizzera, altre località in cui nel periodo rivoluzionario fu innalzato l’albero della libertà.Durante la manifestazione sarà aperto un infopoint in cui sarà possibile iscriversi al concorso fotografico “Cardile in pixel”, che premierà gli scatti migliori che avranno fermato un momento o un’emozione della festa, nonché avere a disposizione una guida per la visita al borgo.Intento di “TantantSud” è valorizzare la ricchezza culturale di alcune realtà del Mezzogiorno, affini per patrimonio storico, e contrastarne l’isolamento geografico e culturale.

Vedi anche

Camerota: per la Rai è la prima volta della Bandiera Blu, ma si tratta del terzo riconoscimento per “la perla del Cilento”

La Rai tv di Stato che dovrebbe fornire un servizio impeccabile, spesso “dimentica” i dati …

Palinuro reginetta del Cilento, doppia bandiera blu per le spiagge e per il porto

CENTOLA. Palinuro fa il bis e si riconferma la reginetta del Cilento. Anche quest’anno il …

lascia un commento

Shares

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi e Accetta