Home / Politica / Capaccio-Paestum: si dimettono in 9, cade l’amministrazione Palumbo. E’ durata appena 18 mesi la lista “Farebene”

Capaccio-Paestum: si dimettono in 9, cade l’amministrazione Palumbo. E’ durata appena 18 mesi la lista “Farebene”

Clamorosa vigilia di Natale a Capaccio Paestum: 9 consiglieri comunali rassegnano le dimissioni facendo decadere, di fatto, l’Amministrazione retta dal sindaco, Franco Palumbo: si tratta del presidente del Consiglio comunale, Nino Pagano, e dei consiglieri di opposizione Luca Sabatella, Pia Adinolfi, Pasquale Mazza, Pasquale Accarino, Alfonsina Montechiaro, Angelo Merola, Fernando Maria Mucciolo e Francesco Petraglia. Le nove firme, protocollate lunedì mattina in municipio all’attenzione del Consiglio comunale, del segretario generale e del prefetto di Salerno, sono state apposte innanzi al notaio Antonio Paolino in Benevento: decisiva, dunque, quella di Pasquale Mazza, in maggioranza con lo stesso Palumbo. Lo scrive il sito Stiletv.it

Questo il testo della sottoscrizione notarile, avvenuta in maniere contestuale, che innesca la decadenza dalla carica di sindaco di Franco Palumbo, della Giunta e lo scioglimento del Consiglio comunale:

“Considerata la situazione politica determinatasi in seno al Consiglio comunale, al fine di rispettare il mandato degli elettori, con la presente rassegniamo le dimissioni dalla carica di consiglieri comunali di Capaccio Paestum. La mancanza di trasparenza nell’azione amministrativa, il discutibile impiego delle risorse comunali, con aggravio dei tributi a carico dei cittadini, sono tra i motivi principali che hanno portato a malincuore i suddetti consiglieri ad intraprendere questa azione politica, finalizzata a tutelare esclusivamente gli interessi della collettività di Capaccio Paestum.

Sotto il profilo dell’efficacia e delle conseguenze che discendono dalla presente dichiarazione di volontà, soprattutto in relazione a quanto disposto dall’art. 41 del d.lgvo n. 267 del 18/08/2000 si invitano LL.SS. ad emettere, ciascuna per le rispettive competenze, gli atti obbligatori per legge”.

A questo punto, il prefetto di Salerno dovrà nominare un commissario prefettizio, che guiderà l’ente civico fino alle prossime elezioni, che si terranno presumibilmente la prossima primavera (maggio-giugno 2019). È durata così appena 18 mesi l’Amministrazione civica retta da Palumbo, eletto sindaco al ballottaggio il 27 giugno del 2017 alla guida della coalizione del ‘Farebene’. (Salernonotizie)

Vedi anche

Castellabate, tutto pronto per il concerto gratuito di Giuliano Palma a Marina Piccola

CASTELLABATE – Lo swing incontenibile di Giuliano Palma e della sua band arriva prorompente sulla …

Strada Camerota-Lentiscosa, Sindaco Scarpitta: “Ad ottobre partono i lavori”

CAMEROTA – Lo scorso 12 agosto, a ridosso del terzo ferragosto di questa amministrazione, è …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Shares

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi e Accetta