Camerota – Turista milanese su facebook, mare sporco. Rispondono il Sindaco e il Parroco

Forti attacchi al sindaco di Camerota Antonio Romano e all’intera amministrazione sul social network Facebook. Un turista milanese, Pierpaolo Farina, in un gruppo del famoso social, attacca il sindaco Romano all’indomani della fine dei festeggiamenti in onore di San Domenico, Patrono di Marina di Camerota. L’attacco sarebbe scaturito a causa dei residui ritrovati il mattino successivo dal turista stesso, su una spiaggia di Marina di Camerota. “Il mare non è il vostro immondizzaio. Rispettatelo, o abbiate la dignita’ di cambiare mestiere”. Queste le accuse mosse al sindaco. Romano, si legge sul quotidiano “Il Mattino” , risponde di “non accettare lezioni e che non si può mettere in discussione la sensibilità che la sua amministrazione ha per l’ambiente”. Poi aggiunge. “La festa di San Domenico non si tocca”, e dichiara infondato il l’attacco del turista milanese, forse in cerca di protagonismo.
Nel dibattito tra il turista è il sindaco rilascia una dicharazione anche il parroco di Marina di Camerota e presidente del comitato festa Don Gianni Citro: “Sono stupito e disturbato da certe esternazioni. Abbiamo grande rispetto per gli amici turisti ma, chi sceglie un posto di vacanza deve viverlo nella sua intergità: mare, spiagge, persone, tradizioni.Chi vuole una vacanza in una camera sterile deve cercarla in una clinica specializzata non in una perla del Cilento. Le carte a mare avranno dato fastidio a qualcuno che avrebbe da ridire anche sul paradiso. A Camerota San Domenico e la sua festa c’erano prima di lui. Se non se n’era accorto, il difetto è tutto suo”. (Foto Vito Russo)

Vedi anche

Morte di Simon, i genitori contro l’archiviazione chiesta dalla procura di Vallo

I  genitori di Simon Gautier hanno presentato opposizione contro la richiesta di archiviazione avanzata dalla …

Clan Fabbrocino, confiscato impero finanziario e immobiliare nel Cilento

Il Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Salerno sta procedendo alla esecuzione di due …

lascia un commento

Shares

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi e Accetta