Home / Politica / Camerota, Tributi: Il Sindaco Antonio Romano replica a Laino

Camerota, Tributi: Il Sindaco Antonio Romano replica a Laino

Non si fa attendere la replica del sindaco Romano al manifesto pubblico, e alle successive dichiarazioni dell’ex assessore Orlando Laino che ha attaccato l’amministrazione sul bando per la gestione dei tributi locali. Il primo cittadino, in un’ampia intervista rilasciata a Cilentotv, ha definito “scordarello” il consigliere Laino accusandolo di aver dimenticato troppo in fretta di aver partecipato a due sedute, una di giunta dell’8 Aprile, ed una di consiglio del 29 Aprile, in cui anche con il suo voto favorevole si era approvato prima l’affidamento del servizio di riscossione ad una ditta esterna , e poi il capitolato ed il bando per la riscossione che lui stesso oggi definisce “assassino”: Romano poi ricorda come Laino non si nuovo a questo tipo di comportamenti. Infatti “ha tradito sia la fiducia degli elettori che lo avevano sostenuto sia quella dei sindaci di turno”. Nel merito delle questioni il sindaco ha spiegato che: ” il bando predisposto dall’ufficio finanziario è in linea con le previsioni della legge e con le linee guida della Corte dei Conti. Inoltre le percentuali di aggio per la ditta aggiudicataria sono del 6% e del 9% a seconda dei tributi e non il 35% che invece è la percentuale che fu approvata dalla precedente amministrazione con la delibera n°41 del 4 Marzo 2010, presieduta guarda caso proprio da Laino, in qualità di vicesindaco, che oggi finge di scandalizzarsi per le percentuali molto piu moderate previste dal nostro bando. La società che si aggiudicherà l’appalto dovrà occuparsi di organizzare, oltre che attuare,la riscossione, sopperendo alla carenza di organico del comune che, come è noto, non può fare assunzioni. Non ci saranno pignoramenti, come vuol far credere Laino per seminare terrore tra la gente, ma le posizoni dei contribuenti verranno gestite in maniera da rendere piu efficiente,giusto ed equo il sistema di riscossione, e tenendo conto soprattutto della differenziazione tra i debiti piu modesti e quelli cospicui che vanno assolutamente intercettati e recuperati per poter consentire al comune di erogare i servizi. “. Il sindaco poi “bacchetta” ancora Laino invitandolo a svolgere il ruolo dell’amministratore in maniera responsabile,anzichè denigrare le amministrazioni di cui ha fatto parte”: Romano,nel corso dell’intervista, risponde anche sui lavori pubblici: “Laino è un perfetto sconosciuto presso gli enti dove si ottengono le autorizzazioni e i pareri per le opere pubbliche. Anzi sembra quasi che porti scalogna visto che dopo la sua fuorisciuta hanno preso il via diverse opere pubbliche,tra cui il porto e il palazzetto dello sport. I lavori pubbici sono partiti con questa amministrazione, cosa strana invece che quando Laino ha fatto parte di altre amministrazizoni non è stato in grado di far partire nessun cantiere. I funzionari degli uffici comunali nonhè quelli della regione sono testimoni dell’impegno del sindaco su tutte le opere pubbliche e dell’assenza di Laino, che si è interessato un pò solo del depuratore,ma per il resto nulla”.

delibera cc - tributidelibera giunta - tributi

Vedi anche

Camerota, Ottobre/Culturale sabato 12 “Convegno sull’Archeologia” presso l’ufficio la Perla del Cilento

A nove anni dal suo omicidio, la morte del sindaco eroe Vassallo è ancora senza risposte

Ancora una volta “Le Iene” hanno provato a fare chiarezza sulla morte di Angelo Vassallo, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Shares

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi e Accetta