Home / Cronaca / Camerota. Tributi alla Soget in cambio di posti per figli e parenti

Camerota. Tributi alla Soget in cambio di posti per figli e parenti

CAMEROTA. Negli uffici del Comune qualsiasi decisione doveva essere finalizzata ad un tornaconto elettorale o economico per gli amministratori comunali. Lo dimostra chiaramente anche l’affaire Soget (così definita anche dal gip Sergio Marotta), ovvero la decisione dell’allora amministrazione di affidare per nove anni il servizio di riscossione delle entrate tributarie e patrimoniale dell’ente alla Soget Spa. In cambio una marea di assunzioni clientelari.
Un affidamento effettuato «in mancanza della preventiva verifica dell’assenza di professionalità interne all’amministrazione di Camerota – spiega nell’ordinanza il gip Marotta – e nonostante l’amministrazione, nel periodo 2012-2016, avesse assunto a tempo determinato ben quaranta collaboratori professionali nel settore “entrate comunali”, proprio per migliorare la capacità di riscossione dell’ente e ottimizzare la lotta all’evasione tributaria». “A gennaio ci devono garantire qualcosa – lamentava il consigliere comunale Domenico Ciorciaro intercettato negli uffici comunali – come siamo rimasti? Noi ci siamo impegnati veramente per 9 anni, su una cosa che forse non andava fatta per nove anni, abbiamo fatto un impegno pure noi non da poco”“Noi abbiamo la campagna elettorale – spiegava invece Antonio Troccoli – e che cazzo l’abbiamo fatta a fare, per una persona sola sta minchiata? Rimaneva come era…”. L’unica preoccupazione era sistemare parenti e persone di fiducia. «La spartizione dei posti – spiegano i magistrati – avveniva prescindendo da qualsiasi valutazione meritocratica».
Anzi, spesso, chi presentava un curriculum migliore, veniva addirittura deriso. “Questi sono di fuori… laurea specialistica in finanza…minchia – ride l’assessore Ciorciaro – economia e mangement… tutti di fuori.. come fai a dire di no…?”. Quando si parlava di meritocrazia spesso le discussioni sfociavano in grasse risate.
Lo stesso Ciorciaro, però, teneva a sistemare nella Soget un suo parente “…sarebbe mio nipote, lui purtroppo non ha preso il diploma, c’è un modo… mo mettilo tra parentesi..poi vedo io come fare”. Ogni amministratore poteva nominare tre persone. Ma spesso le persone da sistemare aumentavano. In una conversazione intercettata il sindaco Romano analizza con Giancarlo Saggiomo, presidente della società partecipata La Calanca, i nominativi proposti dai consiglieri di maggioranza. E Saggiomo chiede al sindaco di intervenire su Ciorciaro. “Ha messo tutti parenti… Ma diglielo tu ‘metti qualcuno che ti fa prendere voti, che metti il tuo parente’… questo è tutto scemo…”. Il sindaco poi commenta un “segnalato” del consigliere Ciro Troccoli. “Se la vede lui… io non la metterei, perché tanto non te lo da il voto”. Scettico il primo cittadino anche sui nominativi presentati dall’assessore Abbate. “Rosario è un altro che mette solo parenti…” E di rimando Saggiomo: “E ma vabbè, ma la politica non la puoi fare così…”. Insomma «l’esternalizzazione del servizio è piegata a logiche clientelari – scrive il gip – con assunzione di soggetti espressamente individuati dai pubblici amministratori e alla acquisizione del consenso elettorale».
Ma c’è anche chi va oltre. Il vicesindaco Del Duca, ad esempio, non potendo far assumente il figlio di un amico nella Soget, si impegna per farlo assumere nei vigili urbani. “Vediamo che possiamo fare, quando facciamo i vigili lo mettiamo a fare il vigile più di questo che possiamo fare?”. (LA CITTA’ di SALERNO)

Vedi anche

Notte di Paura a Sarno: incendio domato. Elicotteri in azione all’alba

L’incubo a Sarno si è materializzato intorno alle 17.30 di ieri. Prima un piccolo rogo …

Buonabitacolo. Arrestato 53enne per maltrattamenti in famiglia

La scorsa notte, i Carabinieri della Compagnia di Sala Consilina, diretti dal Capitano Davide Acquaviva, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Shares

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi e Accetta