Ultime Notizie
Home / Cronaca / Camerota: Torna a farsi sentire anche Orlando Laino in merito alla questione depuratore di Licusati

Camerota: Torna a farsi sentire anche Orlando Laino in merito alla questione depuratore di Licusati

In merito all’ultima attività investigativa in materia ambientale che, ha portato al sequestro di quattro impianti di depurazione, tra cui quello di Licusati, è tornato a farsi sentire via social anche Orlando Laino capogruppo di opposizione della lista Viva Camerota che, ha così commentato: “Ecco perchè il Magistrato ha ragione sul depuratore di Licusati.
Premesso che il sottoscritto sin dal 2014 unitamente all’ingegnere Dante Leone provvedette a realizzare il progetto definitivo fognario che comprendeva la frazione di Camerota e Licusati unitamente alla ricostruzione del depuratore di Licusati (anche grazie all’architetto Streppone per la realizzazione del rendering ) e quindi con l’approvazione da parte della Regione Campania con il Decreto “Accelerazione di Spesa” si era stabilito di presentare una richiesta di somma pari a euro 5.300.000,00 con la quale avremmo finalmente chiuso il circuito dei depuratori del Comune di Camerota. Invece quando ci presentammo in Giunta per Deliberare, il Sindaco Romano, ed il suo gruppo posero il veto per tale opera e approvarono la richiesta di una somma pari a euro 2.150.000,00 per il palazzetto dello sport. A questo punto – prosegue Laino –  il sottoscritto dovette dopo un lungo battibecco recedere e fu fatta da parte del Sindaco una seconda opzione per il depuratore di Licusati a cui la Regione disse no. Questa è storia non chiacchiere di cortile. Tale fatto l’ho sempre ribadito anche nei Consigli Comunali recenti. Chi Vivrà Vedrà” – conclude Laino -.
Omar Domingo Manganelli

Vedi anche

Bimba di 22 mesi con il tumore al cervello salvata al Ruggi con la radioterapia

E’ stata seguita da una equipe di 20 esperti la bimba di appena 22 mesi …

Renzi esce dal PD per un nuovo corso. Pellegrino : “Con coerenza resto dalla parte di Matteo”

“Ho deciso di lasciare il Pd e di costruire insieme ad altri una Casa nuova per fare politica …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Shares

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi e Accetta