Home / Politica / Camerota, Orlando Laino: “Prossimo disastro… programmato”

Camerota, Orlando Laino: “Prossimo disastro… programmato”

Riceviamo e pubblichiamo la lettera aperta dell’ex Assessore ai Lavori Pubblici del Comune di Camerota, Orlando Laino.

Concittadini del Comune di Camerota, in questi giorni è stato pubblicato un bando di gara per l’affidamento ad una ditta esterna, della gestione e riscossione di tutte le entrate del Comune di Camerota.

Si svuota l’ufficio tributi del Comune a favore di una ditta privata.

E’ noto che da più parti ci siamo sempre lamentati che a pagare i tributi sono sempre gli stessi e che quindi, una lotta all’evasione andava fatta.

Nelle intenzioni di chi scrive e di tutti i cittadini onesti ci si augurava che l’Amministrazione avviasse un percorso per accertare gli evasori e imporgli il pagamento.

Ma la svolta, voluta da Romano e Troccoli comporta un pesantissimo cambiamento di rotta per la vita di tutti noiin quanto, i due hanno previsto un Bando di gara che realizza il volere di qualcuno ma è chiaramente contro gli interessi del popolo. Il danno economico e le evidenti illegittimità contenute mi impone la trasmissione di questo documento a tutte le sedi competenti (ANAC, Procura, Magistratura Contabile). Provo a descrivere la situazione:

 AFFIDAMENTO Gestione a ditta esterna di tutto (gestione, accertamento,riscossione e recupero credito)

– affidare la gestione ordinaria significa di fatto che tutte le attività che attualmente svolge l’ufficio tributi saranno date alla ditta esterna. (i dipendenti che oggi si occupano di questo li pagheremo per non fare niente più) mentre questo servizio ci costerà circa 450.000,00 all’anno. Il calcolo viene fatto (art.7 del capitolato) applicando perecentuali scandalose 6% e 9% sulle entrate spontanee, dove la ditta deve fare poco o niente.

– ma non è l’unica cosa che pagheremo; eventualmente la Ditta deve scovare gli evasori e riscuotere. Per questo ci sono altre due percentuali generose del 16% e del 9%.

Ovviamente non si sono fatti scrupolo di considerare sanzioni e interessi che si sommano nel calcolo del 16%. Come vedete il bando di gara partorito dal Sindaco Antonio Romano (laureato in economia e commercio con passato da commercialista) e dal factotum Direttore Affari Generali dott. Antonio Troccoli (ex dirigente Ufficio Entrate di Eboli, grande esperto di finanza) porterà una montagna di soldi nelle casse della Ditta affidataria.

Si legge infatti che l’appalto è stato stimato per un importo di circa 8.350.000,00 oltre iva, (quindi tra una cosa e l’altra la Ditta si porta a casa circa 900.000,00 annue oltre iva) Non vi è purtroppo, traccia di una relazione contenente la stima dei costi: come è stata concepita?Mi meraviglio che, nessun frequentatore del’Ente, Consiglieri esperti e soprattutto i Commercialisti, non sentano il bisogno di gridare allo scandalo per la scelta scellerata della giunta ROMANO-TROCCOLI (gli altri sono comparse).

Un buon Sindaco dovrebbe gestire la cosa pubblica come un padre di famiglia e non, soprattutto in questo periodo di crisi, abbandonare la gestione delle Entrate dell’Ente nelle mani di una ditta esterna.

Le conseguenze le conosciamo:

-Quei cittadini in difficoltà che fino a ieri andavano al Comune per ottenere respiro nel pagamento dei tributi, adesso troveranno una Ditta assetata che deve realizzare il massimo profitto. Gli avvocati della Ditta non si faranno scrupolo di procedere con pignoramenti e vendita di beni pur di recuperare i pagamenti.

– Gravissimo il fatto di affidare la cassa Comunale alla Ditta Affidataria. La gravità consiste almeno in due aspetti:

a) La società incassa i soldi dei cittadini e li verserà al Comune quando gli pare, sappiamo come funziona, una specie di elemosina.Mentre la tendenza di tutti i Comuni italiani è quella di avere la riscossione diretta sui propri conti correnti in modo di utilizzare anche le piccole somme per le spese indispensabili. (sono noti i Casi di Ditte Concessionari della Riscossione fallite con la cassa Comunale scomparsa).

b)Il famoso bando preparato da ROMANO e TROCCOLI prevede che ci sia anche un controllore per verificare i pagamenti e le somme da dare al Comune. Ma chi li fa i controlli? Un dipendente pagato, come dice il capitolato, dalla Ditta affidataria?

Scandaloso che i nostri due grandi esperti finanziari abbiano previsto un capitolato che regala per 9 – NOVE – anni,la gestione delle Entrate ad una Ditta Esterna condizionando di fatto le future amministrazioni. Arrecando di fatto , un danno economico inutile (bastava fare una gara solo per l’accertamento e la riscossione per tre anni). Forse dovevano accontentare assunzioni e ditte per un periodo lungo. Ma il danno economico che si produce mi impone di inviare copia del presente documento sia all’ANAC Autorità di Vigilanza dei Pubblici Contratti , sia alla Corte dei Conti. Sperperare denaro pubblico è immorale ma è ancora più grave per un Comune, come il nostro, che si trova in riequilibrio finanziario.

Il Consigliere  – Orlando Laino

laino

Vedi anche

Camerota, Ottobre/Culturale sabato 12 “Convegno sull’Archeologia” presso l’ufficio la Perla del Cilento

A nove anni dal suo omicidio, la morte del sindaco eroe Vassallo è ancora senza risposte

Ancora una volta “Le Iene” hanno provato a fare chiarezza sulla morte di Angelo Vassallo, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Shares

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi e Accetta