Home / Eventi / Camerota, la Fondazione Meeting del Mare C.R.E.A. apre le porte della casa della Cultura e delle Arti

Camerota, la Fondazione Meeting del Mare C.R.E.A. apre le porte della casa della Cultura e delle Arti

Sabato 10 novembre 2018 la Fondazione Meeting del Mare C.R.E.A. apre le porte della casa della Cultura e delle Arti che ha sede in uno storico palazzo di Camerota (Sa) al civico 7 di via degli Emigranti. La casa, restaurata di recente, domina la piazza principale del comune cilentano: piazza Santa Maria, da sempre luogo di incontro per i camerotani. Nella chiesa omonima alle ore 18.00 si terrà l’incontro propedeutico all’apertura vera e propria della casa, incontro che si svolgerà in due momenti, il primo sarà di natura squisitamente istituzionale, il secondo, invece, di natura artistica. Ai saluti di Don Gianni Citro, Presidente della Fondazione, storico organizzatore e ideatore del Meeting del Mare che negli ultimi anni ha profuso un grande impegno nella realizzazione della stessa, seguiranno gli interventi del primo cittadino di Camerota Mario Salvatore Scarpitta e del Presidente della Fondazione Grande Lucania, il sen. Francesco Castiello, da sempre amico della fondazione e uomo di cultura del territorio, del consigliere regionale Franco Picarone e del Presidente del Parco Nazionale del Cilento Vallo di Diano e Alburni, Tommaso Pellegrino. In conclusione prenderanno la parola il vescovo della diocesi di Teggiano Policastro mons. Antonio De Luca e il magistrato Nicola Graziano. A seguire le perfomance musicale del Coro Polifonico Kamaraton Cantus, dei cori Vivat e Bianca Maria Gigi, dell’orchesta Zefiro e degli artisti Umberto Iervolino e Antima Magliano. Il momento conclusivo sarà quello di apertura della casa e di inaugurazione della mostra curata dal fotografi Pio Peruzzini e Gaetano Paraggio.
L’obiettivo della nascita della Fondazione e dell’inaugurazione di una casa comune, quale luogo d’incontro e di condivisone è principalmente quello di bloccare – attraverso la nascita dell’ente privato – proteggendolo in una prospettiva de futuro, che vada ben oltre le contingenze dell’esistenza umana, il grande patrimonio spirituale che don Gianni Citro ha realizzato negli ultimi vent’anni come parroco della comunità cilentana. Tra gli scopi ben incisi nello statuto della Fondazione e, quindi tra le volontà del fondatore, emerge – oltre alla organizzazione del Meeting del Mare – il nobile obiettivo di “studiare e valorizzare la cultura, la religione e l’arte che hanno segnato la storia e la civiltà delle popolazioni cilentane, dall’antichità preistorica ad oggi e di tutte le popolazioni del Bacino del Mediterraneo, con particolare attenzione ai fenomeni di contaminazione ed integrazione culturale, religiosa ed etnoantropologica che si sono verificati nei secoli e ai patrimoni creativi che ne sono nati”.
Arte, cultura, contaminazione, integrazione, ambiente, natura, accoglienza, disagio sociale, crescita umana, popolazioni locali, giovani, territorio cilentano, antico, incontro, avanguardia sono alcune delle parole chiave che si leggono negli scopi che la fondazione si prefigge di raggiungere i quali faranno da guida (ci auguriamo!) ai tanti giovani che ne fanno parte come Emilia Volpe che afferma: “Lasciando raccontare a don Gianni i dettagli, posso dire che questo è l’inizio di una storia di gruppo per la fondazione e un segnale di apertura a tutta la comunità camerotana: ciò che è cultura, qualunque espressione artistica o di pensiero ha un luogo fisico di incontro”.
Con la speranza che sia un luogo di incontro per tutto il territorio, così dichiara don Gianni Citro: “Quando si aprono le porte di una casa è sempre un sintomo di vita che esplode. La sede della fondazione C.R.E.A. è una casa, perché vogliamo che prevalga il senso di una abitazione di famiglia, luogo di calore umano di intimità e di sicurezza. La casa della cultura e delle arti vuole dare dimora, forza e futuro agli scopi fondamentali della nostra fondazione: fare di arte e cultura il cuore pulsante di una comunità e un potente veicolo di spiritualità.” (Maura Ciociano – Emmetag.it)

Vedi anche

Jovanotti in tour nel 2019 sulle spiagge italiane: “Jova Beach Party” tutti i concerti e le date

Jovanotti lancia il ‘Jova Beach Party’, uno speciale tour estivo che lo renderà protagonista della prossima estate con 15 appuntamenti – …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Shares

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi e Accetta