Home / Politica / Camerota, Giangaetano Petrillo: “Ecco perchè mi sono dimesso dalla Società il Leone di Caprera”

Camerota, Giangaetano Petrillo: “Ecco perchè mi sono dimesso dalla Società il Leone di Caprera”

Riceviamo e pubblichiamo la dichiarazione dell’Ex Presidente della Società La Marina de il Leone di Caprera Giangaetano Petrillo:

A seguito della mia decisione di dimettermi irrevocabilmente dalla nomina di Presidente pro-tempore de “La Marina de il Leone di Caprera s.r.l.” , cerco di chiarirne le motivazioni. Premetto che la determinazione con cui ho accettato tale incarico scaturiva dalla volontà principale di portare un contributo verso questo stupendo motore di rinnovamento e lustro per la nostra comunità, associata alla volontà di intraprendere un lavoro impegnativo, con lo scopo di soddisfare l’entourage di quest’organo giuridico e contestualmente, valorizzare l’area portuale, grande vetrina per un territorio che si professa di indole turistica e balneare. Penso che non sia un segreto, ne’ un mistero da dover svelare, il fatto che questa ‘macchina’ sia stata, probabilmente, utilizzata come macina consensi e dove, forse, l’interesse personale ha sopraffatto l’interesse collettivo. Una metodologia sbagliata che ha pietrificato lo sviluppo e il perfezionamento di questo nostro enorme palcoscenico di opportunità e sviluppo. Ero a conoscenza delle difficoltà amministrative, gestionali ed economiche legate alla Società ed ero a conoscenza della stasi creata dai probabili fattori suesposti, ma contemporaneamente ero deciso a promuovere un progetto indicativo per rinnovare alcuni aspetti amministrativi. La mia visione di lavoro quale presidente, i miei personali principi di legalità, erano fortemente indirizzati alla realizzazione di uno sviluppo trasparente del progetto che mirava ad estrapolare il meglio dall’esperienze del passato per rendere quest’area un bacino economico, di sviluppo e una vera vetrina di successo per il nostro territorio. Principi non concepiti unicamente dal sottoscritto, ma, immagino, condivisi da tutti perché contenuti nello Statuto della società. Regole e articoli di vecchia data, promulgati da chi, negli anni ’90, costituì tale Società e che io penso vadano indissolubilmente seguiti e rispettati. Questa trasparenza era ed è tuttora inscindibile con la disciplina della ‘conoscenza’. Importante è avere la possibilità di potersi rendere conto dell’organo giuridico che si amministra e si presiede prima di attuare e acconsentire a qualsiasi atto. Purtroppo a me è mancata la possibilità, anche se fortemente richiesta, di prendere visione e di conoscere atti e documenti. La mancanza di trasparenza, il mancato rispetto nei miei confronti e nei confronti di norme che regolamentano un lavoro di gruppo, mi hanno convinto che non c’era, nei fatti, possibilità di arbitrio. Non nascondo un forte rammarico soprattutto per aver compreso quanto fragile sia la speranza di attivare coscientemente il cambiamento. Rammarico verso la speranza che una classe amministrativa potesse accompagnare la nuova generazione di cittadini a rivoluzionare e rinnovare l’assetto gestionale di una parte del nostro territorio. Rammarico verso l’ostruzionismo rivolto al mio lavoro. Vorrei ringraziare i dipendenti che ho conosciuto e vorrei scusarmi per il poco tempo trascorso insieme, ma soprattutto vorrei congratularmi per il lavoro che quotidianamente svolgono misurandosi con un vile stato di abbandono. Voglio in ultima battuta ringraziare chi fortemente ha creduto in me, l’attuale Presidente del Consiglio del Comune di Camerota, il dott. Esposito. Auguro a tutti, compreso a me stesso, che ci possa essere un’altra opportunità più giusta e serena, per tutti, ma soprattutto alla nostra generazione di giovani e che, finalmente, giunga forte il sacrosanto messaggio che “tocca a noi!”.

Vedi anche

Montesano sulla Marcellana: dal 20 al 24 agosto la VII^ edizione di “Re Panuozzo”

Torna con un programma più ricco che mai la VII^ edizione di “Re Panuozzo” (Napoli …

Agropoli.Passeggia a torso nudo,250 euro di multa

(ANSA) – Passeggia a torso nudo per il centro cittadino di Agropoli, centro balneare della …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Shares

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi e Accetta