Ultime Notizie

Camerota. Caso SOGET, Guzzo: “Scarpitta non convoca il consiglio comunale. Diffidato dal Prefetto”

CAMEROTA – Torna a parlare Pierpaolo Guzzo, consigliere comunale e capogruppo di “Camerota Riparte” sulla querelle Soget. Dopo alcune settimane di silenzio, Guzzo rimarca l’inaffidabilità della società, tirando in ballo anche la scorrettezza e l’ostracismo perpetrato dall’amministrazione retta da Scarpitta nei confronti dei gruppi consiliari e rea di non aver ancora accolto a distanza di quattro mesi, la richiesta della convocazione del consiglio comunale monotematico riguardante la revoca immediata dell’affidamento alla Soget. Le ragioni di Guzzo partono da lontano e le analizziamo andando per gradi: in data 23 gennaio 2018 i consiglieri comunali Sara Infantini, Enzo Del Gaudio e Pierpaolo Guzzo del gruppo di opposizione “Camerota Riparte”, protocollano al Comune di Camerota una richiesta di convocazione del Consiglio Comunale con due punti all’ordine del giorno, ed uno in particolar modo riguardava direttamente la Soget. Nel punto in questione il gruppo di opposizione richiedeva la revoca e l’annullamento dell’affidamento delle attività di recupero entrate tributarie dell’Ente-Concessionario Soget spa, il Consiglio Comunale celebrato il 26 febbraio 2018, con la proposta bocciata dall’Amministrazione Scarpitta. Nel corso del mese di luglio del 2018, lo scontro sul fronte Soget si surriscalda. I consiglieri del gruppo di opposizione Camerota Riparte decidono di scrivere all’Autorità Nazionale Anticorruzione e alla Procura della Corte dei Conti per segnalare una serie di irregolarità commesse dall’amministrazione nella gestione dei rapporti con la Soget, contestandone poi, sia la rimodulazione del contratto che l’affidamento dei parcheggi. “Un atto grave oltre che illeggittimo – tuonò all’epoca dei fatti Guzzo -, la dimostrazione di come il sindaco Scarpitta si sia consegnato alla Soget venendo meno alla promessa elettorale di cacciarla via dal Comune di Camerota”. Sono seguiti mesi di battaglie e accesi diverbi, di smentite da una parte e di accuse varie dall’altra, fino ad arrivare allo scorso dicembre quando i cittadini del Comune di Camerota e varie associazioni locali, stanchi delle vessazioni da parte della Soget, si unirono insieme ai gruppi consiliari Camerota Riparte e Viva Camerota, dando vita alla petizione popolare “NO” Soget, raccogliendo in totale oltre 2000 firme. Venendo ai giorni nostri, la prima data a cui fa riferimento Guzzo, è quella del 13 febbraio 2019, allorchè i consiglieri comunali dei due gruppi di opposizione, coadiuvati anche dal successo ottenuto durante la raccolta firme della petizione, chiesero a gran voce e congiuntamente un’ulteriore richiesta di convocazione dell’assise. Da qui in poi Guzzo diventa un fiume in piena, accusando di ostracismo l’attuale amministrazione. “Scarpitta e soci avevano il dovere di convocare il consiglio comunale ai sensi del testo unico degli Enti locali, entro venti giorni dalla richiesta da parte dei consiglieri di opposizione, ma ad oggi il sindaco non ha provveduto a tale richiesta ed il 5 aprile 2019 abbiamo inoltrato una lettera di diffida al Prefetto, reiterando un sollecito della stessa diffida lo scorso 17 maggio, per la convocazione del consiglio comunale monotematico sulla Soget. Tutto ciò lo chiediamo anche alla luce degli ultimi sviluppi dell’inchiesta giudiziaria che vede coinvolta la Soget in vari procedimenti di varie Procure, – prosegue Guzzo – tra cui oltre quella di Vallo della Lucania per i fatti gravi di Camerota, anche quella di Eboli che vede indagata la presidente Di Lello per abuso d’ufficio, omissione di atti d’ufficio e falso ideologico. Tutto questo ci lascia ancora una volta perplessi non solo sul ritardo perchè parliamo di quasi quattro mesi dalla richiesta di convocazione del consiglio comunale, ma dobbiamo ribadire nuovamente la scorrettezza politica perpetrata da parte dell’amministrazione Scarpitta nei nostri riguardi, scorrettezza che ha raggiunto ogni limite. In ogni modo e con ogni mezzo – conclude Guzzo – faremo in modo che il consiglio comunale si svolga al più presto, soprattutto perchè riteniamo che la Soget abbia finito il suo tempo, risulti essere totalmente inaffidabile e vada cacciata via dal Comune di Camerota”. (Comunicato Stampa Camerota Riparte)

Vedi anche

Governo Draghi, il premier completa la squadra di Governo con la nomina di 39 tra viceministri e sottosegretari. Ecco i nomi

Il premier Mario Draghi completa la squadra di governo con la nomina di 39 tra viceministri …

*Lega Campania, il segretario regionale Valentino Grant annuncia il nuovo coordinatore della provincia di Salerno, Attilio Pierro

*Lega Campania, il segretario regionale Valentino Grant annuncia i nuovi coordinatori: in provincia di Salerno …

lascia un commento

Shares

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi e Accetta