Camerota. “A Prescindere”… 2021 per la sezione cineforum: il 17 luglio “Nuovo Cinema Paradiso”, il 18 luglio “Scusate il ritardo”

Camerota. “A Prescindere”… 2021 per la sezione cineforum: il 17 luglio “Nuovo Cinema Paradiso”, il 18 luglio “Scusate il ritardo”. A Prescindere… (arte, cultura, teatro, mostre, tradizioni, cineforum), omaggio a Enzo Cannavale, evento organizzato dall’Associazione OPERA, promosso dalla Regione Campania, Parco Nazionale del Cilento Vallo di Diano e Alburni, Comune di Camerota, Fondazione Grande Lucania che si terrà il 17 e 18 luglio in Piazza San Domenico a Marina di Camerota. Il direttore artistico della kermesse Gianluca D’Andrea, per quel che riguarda la parte del cineforum (Cinema sotto le stelle) ha annunciato la proiezione dei due film. Per la prima serata a partire dalle ore 21 sarà proiettato il film  Premio Oscar, campione d’incassi “NUOVO CINEMA PARADISO” di Giuseppe Tornatore con Philippe Noiret, Salvatore Cascio, Enzo Cannavale, Leo Gullotta e Pupella Maggio. La seconda serata si apre con il film “SCUSATE IL RITARDO” di e con Massimo Troisi. A breve sarà pubblicato il programma completo dell’ottava edizione di “A Prescindere…”

Nuovo Cinema Paradiso – Sabato 17 luglio ore 21.00 

TRAMA

Salvatore Di Vita, da quando ha lasciato il paesino di cui è originario, non vi ha mai più voluto rimettere piede e da trent’anni vive a Roma, dove nel frattempo è diventato un affermato regista cinematografico. Una sera, al suo rientro a casa, apprende dalla sua compagna la notizia della morte di un certo Alfredo e per tutta la notte rivive i ricordi dell’infanzia.

Dopo la fine della Seconda guerra mondiale in un paesino siciliano, Giancaldo, il cinema è l’unico divertimento. Totò, un bambino povero che vive con la sorella e la madre, è in attesa che il padre, che risulta disperso, ritorni dalla Russia. Totò fa il chierichetto per don Adelfio, parroco del paese e gestore della sala cinematografica Cinema Paradiso. Don Adelfio censura tutte le scene di baci all’interno delle pellicole, perché le ritiene troppo sconvenienti. Salvatore, affascinato dal cinematografo, tenta invano di assistere di nascosto alle proiezioni private per il prete e di rubare qualche scena tagliata dal proiezionista Alfredo.

Quest’ultimo è un uomo analfabeta con cui Totò cerca di stringere amicizia, nonostante l’atteggiamento contrario di sua madre e una certa scontrosità dello stesso Alfredo. In occasione dell’esame di licenza elementare a cui partecipa anche Alfredo, Totò riesce finalmente a fare un accordo con lui: il bambino darà ad Alfredo i risultati della prova, ma in cambio il proiezionista dovrà insegnare a Totò tutti i trucchi del mestiere, insegnadogli a diventare un proiezionista.

Una sera il pubblico reclama a gran voce il secondo spettacolo e, poiché la sala è stata chiusa, Alfredo e Totò decidono di accontentarli proiettando la pellicola sul muro di una casa della piazza del paese. Una distrazione dell’uomo è la causa di un incendio che si propaga velocemente all’interno della cabina di proiezione. Totò riesce a salvare l’amico, che purtroppo perde la vista. Grazie all’intervento di un paesano diventato milionario, Spaccafico, la sala cinematografica viene ricostruita e prende il nome di Nuovo Cinema Paradiso. Si apre così una nuova epoca per questo cinema, al cui interno lavora il bambino, che d’ora in avanti proietterà pellicole non più censurate.

Salvatore, diventato adolescente, conosce la studentessa Elena, figlia del direttore della banca locale, e se ne innamora; i genitori di lei non gradiscono la loro relazione e decidono di trasferirsi. Nel frattempo il ragazzo è chiamato ad assolvere il servizio di leva nell’esercito a Roma e perde completamente le tracce di Elena. Tornato in Sicilia, si rivede con Alfredo, che gli consiglia di abbandonare per sempre la sua terra natale. Con quest’ultimo ricordo la mente di Salvatore torna alla realtà: nonostante sia un regista ricco e famoso, è deluso della propria vita e decide di partire per la Sicilia.

Il funerale di Alfredo diventa l’occasione per confrontarsi con il passato e con le persone che avevano popolato la sua infanzia. Anche il Nuovo Cinema Paradiso, oramai chiuso e inutilizzato da sei anni, ha perso il proprio splendore, e Salvatore non può che assistere immobile alla sua demolizione. Il regista ha anche l’occasione di rivedere Elena, ma solo per l’ultima volta: lei è ormai sposata con un vecchio compagno di scuola di Totò.

Dopo aver scoperto di non essersi incontrati l’ultima volta per una serie di coincidenze (e per l’intervento dello stesso Alfredo), vivono una notte di passione, destinata però a rimanere unica, e Totò non può fare altro che tornare a Roma con una bobina di pellicola che gli ha lasciato in eredità Alfredo; è un montaggio dei baci censurati da don Adelfio, e la sua proiezione commuove Salvatore, che con quelle immagini ricorda la sua infanzia.

Scusate il Ritardo  – Domenica 18 luglio ore 21.00

TRAMA

NAPOLI. Vincenzo è un giovane disoccupato la cui esistenza è priva di stimoli, dettata dalla pigrizia, dalla noia e dall’ipocondria. A differenza della madre Assunta, impegnata da quelle faccende domestiche che lo scocciano perennemente, della sorella Patrizia, sposata e con figlia a carico, e del fratello Alfredo, attore sempre in giro nei suoi spettacoli teatrali, Vincenzo sfugge a qualsiasi tipo di compito o responsabilità, anche a livello umano. Quest’ultimo aspetto si manifesta particolarmente nei confronti del suo amico Tonino, che cerca in lui una spalla sulla quale piangere dopo essere stato lasciato dalla fidanzata, trovando però soltanto risposte banali e indecise, e un’apparente compassione che a malapena cela l’indifferenza.

L’occasione di una svolta per Vincenzo potrebbe arrivare dall’incontro con Anna, una vecchia compagna di scuola di Patrizia conosciuta in occasione del funerale di un loro parente. Dopo un timido approccio, tra i due incomincia una relazione nella quale tuttavia chi sembra gettarsi più a capofitto è lei, desiderosa di amore e dolcezza dopo un’esperienza sentimentale finita male. Vincenzo al contrario non pare vivere la storia con lo stesso coinvolgimento passionale della sua ragazza, proprio perché non cancella i suoi cronici difetti. E si mostra scontroso e indolente agli occhi di Anna in una varietà di situazioni, specie quando Tonino, sempre più depresso, nasconde a stento le sue intenzioni suicide recandosi a tarda sera in una stazione ferroviaria nella quale rimane sotto la pioggia pensando al gesto di buttarsi sotto un treno, per di più con un coltello a scatto in tasca.

Anna comincia a non sopportare la mancanza di attenzione e di premure di Vincenzo nei suoi confronti, si sente priva di comprensione, non vede complicità. L’acme viene raggiunta quando una domenica pomeriggio, mentre i due sono a letto, lui accende casualmente la radio e, alla notizia del clamoroso vantaggio del Cesena sul Napoli, sembra mostrare più interesse per la sua squadra del cuore che non per le perplessità che Anna sta esprimendogli sulla loro relazione. La giovane decide così di lasciarlo, e di lasciare anche Napoli per tornare a lavorare a Perugia, da dove era andata via per riabbracciare i suoi genitori. Lui, resosi conto per la prima volta di cosa stia davvero perdendo, cerca di impedire quella fine, sicché Anna gli propone una pausa di riflessione di un mese. Mentre lui cade in preda allo sconforto, Tonino appare miracolosamente rinfrancato dall’aver trovato una nuova ragazza. E, mostrando molta più umanità di quanta non ne abbia avuta a suo tempo l’amico, sarà proprio lui a convincere Anna a tornare da Vincenzo. Il quale, malgrado lo faccia come suo solito senza alcuna convinzione, chiede ad Anna di restare nella sua vita.

Vedi anche

Camerota: per la Rai è la prima volta della Bandiera Blu, ma si tratta del terzo riconoscimento per “la perla del Cilento”

La Rai tv di Stato che dovrebbe fornire un servizio impeccabile, spesso “dimentica” i dati …

Palinuro reginetta del Cilento, doppia bandiera blu per le spiagge e per il porto

CENTOLA. Palinuro fa il bis e si riconferma la reginetta del Cilento. Anche quest’anno il …

lascia un commento

Shares

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi e Accetta