Bancarotta e riciclaggio: GdF Salerno sequestra azienda e quote societarie

I Finanzieri del Comando Provinciale di Salerno, su disposizione del GIP del Tribunale di Nocera Inferiore, hanno eseguito un provvedimento di sequestro preventivo di un complesso aziendale e quote societarie nei confronti di 6 soggetti ritenuti responsabili, a vario titolo, del reato di bancarotta fraudolenta e riciclaggio. L’indagine, coordinata dalla Procura e condotta dalla Compagnia di Nocera Inferiore, ha riguardato una nota azienda di Castel San Giorgio, che opera nel settore manifatturiero della produzione di involucri di latta utilizzati dalle industrie conserviere, dichiarata fallita nel gennaio 2017. Le attività investigative hanno portato alla luce le condotte distrattive degli Amministratori, di diritto e di fatto, dell’impresa, che ne hanno determinato il dissesto economico, pregiudicando così gli interessi dei creditori, per la maggior parte piccoli imprenditori dell’Agro Nocerino. Le Fiamme Gialle hanno appurato che gli indagati – legati da vincoli di parentela – hanno stipulato la vendita ad un’altra ditta di beni aziendali (nello specifico due intere linee di produzione), mentre in realtà continuavano ad utilizzarli, in quanto lasciati nella disponibilità di un ulteriore soggetto economico sempre riconducibile allo stesso nucleo familiare. Inoltre, per rendere ancora più difficoltosa la ricostruzione di tali passaggi societarie e del patrimonio aziendale, hanno sottratto parte delle scritture contabili, ed addirittura presentata una “falsa” denuncia di furto dei beni oggetto della distrazione. Ai soggetti interessati è stato notificato l’avviso di garanzia per i reati di bancarotta fraudolenta, riciclaggio, autoriciclaggio nonché simulazione di reato. (Salernonotizie)

Vedi anche

Niente autovelox sulla Cilentana: rimosso il box tra gli svincoli di Vallo e Pattano

Il diktat dell’Anas è stato rispettato. Gli agenti della polizia municipale di Vallo della Lucania …

Camerota: scritte ingiuriose e intimidatorie contro il sindaco Scarpitta

Non era mai capitato che un sindaco a Camerota venisse “minacciato” con scritte ingiuriose e …

lascia un commento

Shares

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi e Accetta