Agropoli. Aperte le adesioni al primo corso per operatori di Protezione civile – Nucleo Sommozzatori

Al via a breve il primo corso per operatori di Protezione civile del Gruppo Comunale di Agropoli – Nucleo Sommozzatori. Sarà possibile presentare richiesta di adesione, al protocollo dell’Ente, a mano o via pec (protocollo@pec.comune.agropoli.sa.it) entro il 27 novembre 2020. Il modello è scaricabile dall’apposita sezione “Protezione civile” presente sul sito istituzionale www.comune.agropoli.sa.it. Dalla settimana successiva prenderà il via il corso, che si terrà presso la sede della Protezione civile, sita al piano terra della Palazzina polifunzionale presso il porto di Agropoli, in collaborazione la scuola diving Yoghi. Notevole l’importanza del corso in quanto andrà a formare ulteriori volontari che andranno in aiuto dei quattro componenti già formati nello specifico settore.

«E’ fondamentale – affermano il sindaco Adamo Coppola e la consigliera comunale con delega alla Protezione civile, Maristella Buonora – avere un gruppo unito e compatto e soprattutto con capacità e professionalità per la nostra Città turistica. Al corso base, quindi, giunto alla quarta edizione, che partirà domani, si unisce quello per formare ulteriori componenti per il Nucleo Sommozzatori, che sarà di notevole importanza in caso di interventi in mare».

Il corso teorico, che sarà improntato in maniera particolare sulla sicurezza, consisterà in 12 lezioni della durata di due ore ciascuna, con un esame finale. In virtù dell’emergenza sanitaria in atto, verrà osservato un rigido protocollo di sicurezza che permetterà di svolgere le lezioni osservando tutte le prescrizioni anti-Covid19, con misurazione della temperatura all’ingresso, distanziamento, utilizzo della mascherina protettiva, igienizzazione delle mani.

Le lezioni verteranno su: Storia e legislazione della Protezione civile, inquadramento del sistema di Protezione civile nazionale, figura e ruolo del volontario, previsione e prevenzione rischi, servizi sanitari in emergenza, emergenza in mare, Rapporto della protezione civile nei confronti delle forze dell’ordine. Inoltre un corso pratico subacqueo ed emergenza subacquea, ricerca e recupero di cose o persone in mare.

Il corso avrà la durata totale di 40 ore e si alternerà su un incontro settimanale teorico e uno pratico, in modo da creare i nuovi volontari entro la fine del mese di febbraio 2020 ed averli disponibili per la prossima stagione estiva.

Vedi anche

Nuovo Dpcm: l’Italia in zona arancione. Misure restrittive per evitare un nuovo lockdown nazionale

Entrerà in vigore nelle prossime ore la nuova stretta per evitare che anche l’Italia finisca …

“Legge di Bilancio 2021: nuove misure per la disabilità”

Il Garante dei diritti delle persone con disabilità della Regione Campania, l’avv. Paolo Colombo, rende note …

lascia un commento

Shares

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi e Accetta