Ultime Notizie
Home / Cronaca / Abusivismo a Camerota. Sequestri nei villaggi turistici: sei indagati

Abusivismo a Camerota. Sequestri nei villaggi turistici: sei indagati

Maxi sequestro dei carabinieri della compagnia di Sapri alla foce del fiume Mingardo: sigilli in tre villaggi turistici e in un maneggio. L’operazione è stata disposta dalla Procura della Repubblica di Vallo della Lucania, diretta dal procuratore Antonio Ricci , a seguito di una lunga serie di indagini svolte dal 2017 ad oggi dai carabinieri del nucleo operativo di Sapri, diretti dal luogotenente Giuseppe Forte , e dai loro colleghi della stazione di Centola-Palinuro agli ordini del luogotenente Giuseppe Sanzone . Nei guai sono finite in tutto sei persone: si tratta di titolari o amministratori delle strutture coinvolte, che dovranno rispondere dinanzi all’autorità giudiziaria del reato di occupazione abusiva di suolo demaniale. In particolare i militari – coordinati dal comandante della compagnia di Sapri, il capitano Matteo Calcagnile – hanno eseguito quattro decreti di sequestri preventivi emessi dal giudice per le indagini preliminari Sergio Marotta che hanno interessato nel comune di Camerota alcune aree dei villaggi turistici “Mingardo”, “Ninfe del Mare” e Black Marlin Club; nel territorio del comune di Centola, invece, è finito sotto sequestro il maneggio “La Staffa”. Complessivamente le aree sequestrate sono pari a circa 12mila metri quadri. La notizia, naturalmente, ha fatto velocemente il giro del comprensorio. Le strutture sottoposte a sequestro sono luoghi simbolo della stagione turistica cilentana e sono particolarmente gettonate dai villeggianti provenienti da ogni parte d’Italia e dall’estero. Ora i titolari hanno sessanta giorni per produrre memorie difensive e chiedere il dissequestro delle aree interessate. Intanto gli inquirenti mantengono il massimo riserbo. Le indagini, infatti, sono attualmente in corso e potrebbero allargarsi a macchia d’olio arrivando a coinvolgere anche ad altre strutture della zona. Sotto la lente degli inquirenti anche una corposa documentazione amministrativa sequestrata negli scorsi anni. (LA CITTA)

Vedi anche

Bufera sull’autovelox di Agropoli. “Il Comune va commissariato”

Non bastava l’iniziativa del senatore del Movimento 5 Stelle Francesco Castiello di presentare una interrogazione …

Antimafia, relazione della DIA. Cilento e Vallo di Diano scelti per investimenti della criminalità

La Direzione Investigativa Antimafia ha presentato in Parlamento la relazione relativa al primo semestre del 2019 in cui viene …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Shares
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi e Accetta