A Scario riapre la spiaggia della “Resima”, venerdì l’inaugurazione

SAN GIOVANNI A PIRO. Riapre dopo 9 anni una delle spiagge più belle d’Italia. A Scario, nel Comune di San Giovanni a Piro, torna accessibile la spiaggia della “Resima”, un angolo di paradiso nell’Area marina protetta degli Infreschi e della Masseta, nel cuore del Parco Nazionale del Cilento, Diano e Alburni. L’accesso all’arenile era stato vietato nel 2011, a seguito della caduta di alcuni massi dal costone roccioso che sovrasta la piccola baia raggiungibile solo via mare. La cerimonia di riapertura si terrà domani 26 giugno 2020, alle ore 11.00. Parteciperanno il sindaco di San Giovanni a Piro Ferdinando Palazzo, il presidente del Parco Tommaso Pellegrino e la presidente di Legambiente Campania Maria Teresa Imparato. A seguire, alle ore 12, conferenza stampa di presentazione del progetto “Spiagge belle e sicure” e sottoscrizione del protocollo d’intesa per la sicurezza dell’Area Marina Protetta presso il ristorante “U Zifaro” sul lungomare di Scario.   “Siamo orgogliosi di aver restituito ai cittadini – ha dichiarato il sindaco Ferdinando Palazzo – una spiaggia meravigliosa, simbolo di bellezza e di natura incontaminata. In un periodo emergenziale, dove serve spazio per il distanziamento fisico delle persone abbiamo pensato che fosse fondamentale aprire una nuova spiaggia, proprio per dare una possibilità in più ai visitatori che sceglieranno di trascorrere le vacanze nel nostro Comune”. Per la riapertura dell’arenile sono state determinanti alcune misure di sicurezza adottate, a scopo precauzionale, dal Comune a seguito di uno studio geologico commissionato dall’Ente.  “La tutela del paesaggio in sicurezza – ha aggiunto il vice sindaco con delega all’Ambiente Pasquale Sorrentino – sarà sempre la nostra bussola. Abbiamo voluto anche noi contribuire a creare luoghi sicuri e accessibili ai turisti dove è possibile rispettare il distanziamento sociale e il rispetto di tutte le norme sanitarie”.
 “La “Resima” – ha dichiarato invece Tommaso Pellegrino, presidente del Parco Nazionale del Cilento, Diano e Alburni – è considerata la quinta perla della Costa degli Infreschi e della Masseta, un luogo di straordinaria bellezza che sarà nuovamente fruibile a tutti. Si tratta di un risultato importate portato a termine grazie alla tenacia del sindaco di San Giovanni a Piro e alla sinergia con il Parco e la Capitaneria di Porto. Un positivo esempio di sinergia tra istituzioni che ha permesso di restituire alla collettività un angolo di paradiso proprio in questo particolare momento di difficoltà dovuto al Covid 19”.

Vedi anche

Imma Vietri (FdI): «Ombre sugli ospedali modulari, spesi 12 milioni dei cittadini campani»  

«Costruiti a tempo di record, gli ospedali modulari realizzati durante l’emergenza Covid rischiano di rimanere …

Norme anticovid, proroga al 31 luglio. Valide anche nei luoghi di culto per evitare assembramenti.

Le porte di discoteche, fiere e congressi restano ancora serrate a causa della pandemia di …

lascia un commento

Shares

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi e Accetta