25.2 C
Camerota
martedì, Luglio 23, 2024
spot_img

25 aprile: Assoturismo-CST, turismo tiene nonostante il meteo incerto, prenotato il 79% delle stanze disponibili.

Turismo

25 aprile: Assoturismo-CST, turismo tiene nonostante il meteo incerto, prenotato il 79% delle stanze disponibili.

Il meteo incerto non ferma il turismo: per il Ponte della Festa della Liberazione del 25 Aprile sono state prenotate, complessivamente, il 79% delle stanze disponibili online. Complessivamente, tra oggi e domenica sono attese circa 5,6 milioni di presenze nelle strutture ricettive ufficiali, 400 mila in più rispetto al 2023.
È quanto emerge dalla consueta indagine realizzata dal Centro Studi Turistici per Assoturismo Confesercenti sulle principali piattaforme di prenotazione online.
Sono i viaggiatori del Belpaese a prevalere per queste vacanze, anche se i visitatori stranieri restano determinanti per la crescita dei flussi turistici.
In media la domanda straniera pesa, infatti, per il 56% sul totale del turismo in Italia nel mese di aprile.
Per la Festa della Liberazione le città d’arte si confermano ancora una volta regine del turismo italiano: nei centri culturali il tasso di prenotazione delle camere si attesta addirittura all’89% delle disponibilità.
Secondo i dati dell’indagine CST-Assoturismo, una tendenza positiva è attesa anche per le altre tipologie di prodotti: nelle strutture delle aree collinari e rurali sale mediamente all’84%, mentre per le località marine e dei laghi al 79% e al 78%. Seguono le località termali (77%) e della montagna (69%).
Tra le regioni in cima alle preferenze dei turisti in viaggio, quest’anno troviamo l’Umbria ed il Lazio con un tasso di prenotazione dell’89%, la Liguria (86%), la Toscana e la Campania con l’85%, il Friuli-Venezia Giulia (84%), il Veneto (83%) e l’Emilia-Romagna (83%). Poi Lombardia, Marche, Abruzzo, Basilicata e Puglia con il 78% del tasso di occupazione per ciascuna regione. Chiudono la classifica il Molise (64%) e la Calabria (62%).
Ottima la presenza turistica in Campania dichiara il presidente provinciale di Confesercenti Salerno già vice presidente Regionale Raffaele Esposito, Napoli cattura la stragrande maggioranza dei flussi turistici regionali ma registriamo buoni numeri su Salerno città e sulle cittadine della nostra provincia come Paestum dove i siti culturali patrimonio UNESCO attirano attenzioni ed ammirazione da parte dell’utenza nazionale e straniera.
Quest’ ultimo dato va maggiormente attenzionato e proprio sui flussi turistici dall’estero, prosegue il presidente Esposito, bisogna lavorare e migliorare vista la grande bellezza e la straordinaria varietà di esperienze turistiche che la nostra provincia ha da offrire all’utenza turistica.
Bisogna assolutamente partecipare alla creazione di una destinazione di area vasta ad una idea di strategia di marketing e promozione per Salerno e la Sua Provincia attraverso la valorizzazione dei patrimoni Unesco e dei siti culturali conclude il presidente Esposito.

Altri articoli

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Pubblicità -spot_img

Cronaca