Home / Ambiente / Il Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni abbatte “l’ecomostro” di Petina

Il Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni abbatte “l’ecomostro” di Petina

Dopo 15 anni tornano gli abbattimenti realizzati dal Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni. Mercoledì 22 marzo alle ore 11.00, in località Aresta a Petina, avranno inizio i lavori di abbattimento  del cosiddetto “Ecomostro” di Petina.

I lavori di costruzione della struttura iniziarono nel 2002 per poi interrompersi in seguito ad una vertenza giudiziaria. L’opera, rimasta successivamente incompiuta e abbandonata. ha rappresentato per lungo tempo motivo di degrado in uno dei luoghi più belli del  Parco del Cilento, Vallo di Diano e Alburni. Da qui la decisione del Presidente Tommaso Pellegrino e del Direttivo dell’Ente di procedere con l’abbattimento della struttura e il conseguente ripristino dei luoghi.

L’iniziativa  è stata presa di concerto anche con il Comune di Petina. “Un impegno mantenuto” ha dichiarato il Presidente dell’Ente Parco Tommaso Pellegrino.  “Tale iniziativa va nella direzione della tutela del nostro meraviglioso Paesaggio, attraverso una riqualificazione ambientale, restituendo spazi al  Territorio, che troppo spesso li ha visti indiscriminatamente occupati”, ha concluso il Presidente Pellegrino.

su Redazione Opera News

Vedi anche

Montecorice.Conclusi i lavori realizzati dal Parco Nazionale del Cilento Vallo di Diano e Alburni a “Ripe Rosse”

Terminati i lavori riguardanti gli interventi di messa in sicurezza del costone roccioso sovrastante il …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Shares

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi e Accetta