Home / Salute / Estate 2016, Emergenza e “118” L’Asl ha investito solo 200mila euro da Positano a Sapri

Estate 2016, Emergenza e “118” L’Asl ha investito solo 200mila euro da Positano a Sapri

SALERNO. Il potenziamento estivo per incrementare l’emergenza territoriale del 118 è stato predisposto dall’Asl in tutto il territorio privinciale, dalla Costa d’Amalfi a quella Cilentana. Sono numerose le associazioni che hanno aderito al bando dell’Asl e si sono aggiudicate la copertura di parte del territorio, prestando così un servizio indispensabile per il periodo estivo, per il quale l’Azienda sanitaria corrisponde specifici contributi. La spesa per i vari distretti. La spesa complessiva, che va ripartita tra sei Distretti sanitari, ammonta complessivamente a 212mila euro. Per il distretto Cava de’ Tirreni-Costa d’Amalfi è stato previsto un contributo complessivo di 68mila euro; per quello di Pontecagnano saranno investiti in tutto 18mila euro, mentre per coprire il territorio di Vallo della Lucania i fondi da assegnare durante l’estate ammontano a 54mila euro. L’ambito di Agropoli conterà, anche in questo caso, su un finanziamento di 18mila euro, stessa cifra pure per il distretto Capaccio-Roccadaspide. Infine al distretto di Sapri-Camerota saranno erogati in tutto 36mila euro. Il servizio extra per coprire l’emergenza estiva, programmato in vista dell’incremento della popolazione per l’arrivo di turisti e dei residenti fuori zona che ritornano a casa, è stato attivato dal primo luglio al 31 agosto per le postazioni con ambulanza e dal primo agosto al 31 agosto per le postazioni con idroambulanza. Per garantire l’assistenza su tutto il territorio, l’Asl ha suddiviso la provincia in undici zone e ad ogni postazione è stata assegnato il servizio di potenziamento estivo a diverse associazioni di pronta emergenza. Le postazioni estive del 118. Nel dettaglio la zona della Litoranea e di Pontecagnano è coperta dall’associazione Vopi; a Santa Maria di Castellabate l’assistenza è garantita dalla Croce Azzurra di Agropoli; a Pisciotta dalla Pa Cilento; ad Acciaroli-Pollica dalla Confraternita della Misericordia di Vallo della Lucani; a Casalvelino c’è la Cri di Salerno; a Marina di Camerota la Pubblica assistenza Cilento onlus; a Centola località Palinuro la Pa New Geo onlus. Per tutte queste associazioni è previsto un importo globale rispettivamente di 18.000 euro. A Capaccio il servizio del 118 è fornito dall’associazione Croce Azzurra di Agropoli, mentre spostandoci in Costa d’Amalfi a Cetara è presente l’associazione Il Punto (importo globale 22mila euro), a Maiori (con idroambulanza) è attiva la Croce Rossa italiana-Costa d’Amalfi (importo globale 24mila euro) e la stessa associazione copre anche la zona di Positano (importo globale 22mila euro). L’Asl ha dovuto stilare una graduatoria di merito per aggiudicare le postazioni, verificando idoneità e assegnando punteggi ad ogni realtà associativa di pronta assistenza. Queste associazioni, e dunque la garanzia di soccorso con ambulanza, sono in aggiunta alle dotazioni dell’emergenza ordinaria, cioè quella che è presente tutto l’anno. La rete pronta emergenza della centrale di Salerno è dotata di 23 ambulanze con medico a bordo e di 18 solo con infermieri, più due estive a Positano e Cetara senza medico. La centrale di Vallo gestisce 13 ambulanze con medici e sette senza. Totale 63 ambulanze, di cui 36 con medici. (LA CITTA’)

su Redazione Opera News

Vedi anche

In Costa Amalfitana torna l’idroambulanza. Stazionerà nel porto di Maiori

La Croce Rossa, anche per quest’anno, ha dotato la Costiera dell’idroambulanza medicalizzata che stazionerà nel …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Shares

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi e Accetta