Home / Cronaca / Camerota, due anni fa la tragedia al Ciclope. Il papà di Crescenzo “è stato ammazzato per soldi”

Camerota, due anni fa la tragedia al Ciclope. Il papà di Crescenzo “è stato ammazzato per soldi”

Sono passati due anni da quando Crescenzo Della Ragione, 27enne originario di Mugnano di Napoli, perse la vita a causa di un masso che si staccò dalla parete rocciosa della Discoteca Il Ciclope, a Marina di Camerota.

Era la notte tra il 10 e l’11 agosto del 2015.

Il ragazzo era davanti all’ingresso della discoteca quando fu colpito dalla grossa pietra che non gli lasciò scampo. 

A distanza di due anni il papà Antonio attende ancora giustizia: “Mio figlio – ha detto – é stato ammazzato per soldi. Mi auguro che i responsabili paghino non soltanto penalmente ma moralmente. Devono essere puniti dalla propria coscienza. Ed è giusto che paghino tutti, anche chi non ha vigilato”. (Radio Alfa)

su Redazione Opera News

Vedi anche

Solidarietà al consigliere comunale di Camerota Pierpaolo Guzzo dall’On. Simone Valiante

Solidarietà al consigliere comunale Pierpaolo Guzzo per l’aggressione subita giovedì 17 agosto nel suo lido …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Shares

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi e Accetta